Millard Community Church Covenant …

Millard Community Church Covenant ...

Con Kristen Rae Nelson

Millard Community Church Covenant—19 giugno 2016

Autore Philip Yancey una volta ha raccontato una storia che ha definito la grazia.

Sapeva che una ragazza, la storia va, che è cresciuto a Traverse City, Michigan. Era una “spirito libero” di sorta. La musica ha ascoltato, gli abiti che indossava, gli amici che frequentava, la lingua ha usato—tutto era motivo di argomenti e litigare con i suoi genitori più tradizionali. Infine, nel suo stato ribelle adolescente, decise che aveva bisogno di lasciare la città. E così, è scappata.

I suoi viaggi l’hanno portata a Detroit: una grande città piena di donne come lei—e gli uomini che predati su di loro. Presto, ha incontrato un uomo che la ha impressionato. Ha guidato un enorme, Cadillac lucido, ha vestito bene, e portava in giro un sacco di soldi. Lei scherzosamente lo soprannominò “Capo”, E il nome rimase.

“Capo” riconosciuto quello che aveva in questa giovane ragazza, e rapidamente la convinse ad andare a lavorare per lui per le strade. E, per un po ‘, le cose sembravano essere buono. Stava facendo i soldi. “Capo” era felice con lei. La vita sembrava essere a posto. Ma poi, si ammalò per alcuni giorni—e il suo stupito quanto velocemente “Capo” trasformato media. Prima di lei lo sapeva, lei era in strada, senza un soldo al suo nome. Era senza casa, un tossicodipendente, la fame, il freddo, e da solo. Al fine di ottenere il denaro per la sua tossicodipendenza, si ritrovò a fare quello che doveva fare—cose spregevoli. Ed era infelice.

Una notte, durante il sonno sulle griglie di metallo freddo della città, in inverno di congelamento Detroit, cominciò a sentirsi meno come una donna di mondo, e più come una bambina. Si sentiva un grido salgono dal profondo dentro di lei, e lei cominciò a piagnucolare come ha fatto quando era disperato come un bambino, “Dio, perché ho lasciato? Anche il mio cane torna a casa mangia meglio di me ora!” E in quell’istante, tutto quello che voleva fare era di andare a casa. Tutto quello che voleva fare era di vedere la sua famiglia—anche se didn’t accettare la schiena.

Ha trovato un telefono pubblico e ha fatto tre telefonate a casa. Ognuno di loro è andato alla segreteria telefonica. Infine, la terza convocazione, ha lasciato un messaggio lacrime. “Mamma, papà, è’io. Mi chiedevo circa magari tornare a casa. io’m prendere un autobus fino a modo tuo, ed è’ll arrivare verso mezzanotte di domani. Se tu’Non ri lì,’ll capire.” E riattaccò.

Il viaggio in autobus di sette ore le ha dato un sacco di tempo per andare oltre quello che stava per dire ai suoi genitori. Avrebbe scusarsi. Avrebbe chiedere loro di prendere la schiena, per farle vivere in garage. Avrebbe promettere di fare tutto ciò che era necessario per renderli in grado di guardarla di nuovo. lei didn’t si aspettano il perdono. Ha trattenuto le lacrime mentre si chiedeva se i suoi genitori sarebbe nemmeno presentarsi. Ha giocato fuori scena dopo scena dopo scena nella sua testa di quello che sarebbe successo. Sperava che la loro rabbia non sarebbe così grande che avevano smesso di amarla.

Infine, sette ore sono aumentate, e l’autista del bus hanno annunciato che stavano tirando in Traverse City. Le porte del bus aperte, e ha fatto un passo fuori e nel terminale, non sapendo cosa aspettarsi.

lei wasn’t preparato per quello che vedeva. L’nel terminal degli autobus c’era un gruppo di quaranta fratelli e sorelle e zie e zii e cugini e una nonna e una bisnonna per l’avvio! Indossavano cappellini da festa goofy e soffiò noisemakers ad alta voce e con gioia. Taped su tutta la parete del terminale è stato una bandiera fatta a mano che diceva: “Benvenuto a casa!”

Vennero le lacrime agli occhi e la sua bocca aperta per lo stupore. E poi, fuori dalla folla di sostenitori camminato suo padre. Lei lo fissò attraverso le lacrime tremanti nei suoi occhi, e ha iniziato il suo discorso memorizzato. Ma poco in esso, la interruppe. “Hush, bambino. Noi’ve ha ottenuto nessun tempo per questo. Non c’è tempo per scuse. Noi’ll essere in ritardo! Una grande festa vi aspetta a casa! Venire—andiamo a casa.”

“Come faccio ad avere la grazia? Come fa Dio mi dia quel perdono, che la redenzione, che clean-slate che ho’In cerca di, desiderio di, un disperato bisogno di? Cosa devo fare per guadagnare, per riceverla, per raccoglierlo, per ottenerla? Dimmi cosa fare—i passi necessari per la grazia, il recupero!” Queste erano le domande che tanti stavano chiedendo l’apostolo Paolo, e queste sono le domande che ancora affliggono il pubblico in generale. Così molti di noi vogliono guadagnare la nostra grazia, vogliamo “passi 1,2,3” alla salvezza, vogliamo una lista di controllo. Ma nella nostra Scrittura per oggi, Paolo insegna che la grazia ISN’t così; La grazia non è una cosa che’s guadagnato—esso’s un dono gratuito. Puoi’t comprarlo, guadagnare, o contrattare con Dio per questo. La grazia è dato liberamente—è sufficiente riceve.

“Ma questo modo di salvezza è così uncomplimentary per l’ego umano, (dal momento che Dio si trova a dover fare di tutto per noi), che non è mai stato molto popolare. I farisei e molti altri ebrei con loro (così come molte persone oggi) ha fatto una cosa incredibile. Hanno preso la ferrovia—rotaie, cravatte, chiodi e tutti—sollevò in testa, appoggiato contro la porta del cielo, e lo ha trasformato in una scala per salire. Questa è l’essenza del legalismo: fare la legge in un lungo elenco di passi che usiamo per dimostrare la nostra idoneità morale per raggiungere il cielo.” (John Piper, Sermone: “Non annullo dunque la grazia di Dio”)

E questo “lista di controllo” È ciò che Paolo sta abbattendo. Paolo sta dicendo la gente—lui’s dicendoci—che possiamo’t “salire la nostra strada” in paradiso. Noi possiamo’t fare meglio, essere migliore, o cercare di più per ottenere la salvezza. Sapete come si ottiene la salvezza? Abbiamo semplicemente riceviamo. Quella’s esso. esso’s un dono—il dono più bello che si possa mai ricevere. A, cambiano la vita, dono che dà la vita che cambia la vita. Ed esso’s completamente e assolutamente gratuito.

Così molti di noi don’t sa nemmeno che esiste’s questo bel regalo che ci aspetta.

In un primo momento, ha pensato che’ ha vinto 21.000 $—e lui era molto eccitato. Ma poi, dopo una conversazione al telefono con un funzionario della lotteria, si rese conto che aveva vinto $ 21,4 milioni di dollari—e ha lasciato cadere il telefono in stupore. Ha giocato hooky dal suo lavoro il giorno dopo per ritirare il suo premio. J

Oggi noi’re tutto l’essere invitati a smettere di cercare, e provare, e provare, e cercando di fare noi stessi “perfezionare”, “puro”, o “santo”. L’unica persona che può farlo per noi è Dio. Noi possiamo’t farlo noi stessi. Ma sai cosa? lui’s che ci offre la grazia proprio ora, proprio qui e ora, per cambiare noi, per modellare noi, di perdonarci, per darci la libertà, per portarci a casa da Lui. Quando ci arrendiamo il nostro cuore a Lui, la vera vita comincerà. E vera grazia sarà nostra. Amen.

Con Kristen Rae Nelson

Chiesa Millard Comunità dell’Alleanza, 12 giugno 2016

Se lei si è riunito oggi, lei si sarebbe etichettare come una sana, regolare, fedele, giovane donna cristiana. Avrebbe parlare animatamente con voi circa le sue lezioni presso Moody Bible Institute—di come lei vuole essere un bambini’s Pastor, su quanto sta imparando a sue lezioni Bibbia Studi, e quanto lei ama pregare con i suoi compagni di stanza. Lei rideva e ridere sulle sue prime esperienze nel “grande città” di Chicago, e hanno una scintilla di passione nei suoi occhi quando ha raccontato a voi i fatti riguardanti le missioni del centro città che è il volontariato a. Avrebbe traboccheranno di gioia, la gratitudine, la passione, il calore, e la grazia. Questo è Natalie.

Beh, dovrei dire—cioè Natalie adesso. Perché, vedete, Natalie hasn’t sempre stato così. C’è stato un tempo in Natalie’s vita quando lei didn’t vuole parlare di Dio, quando lei didn’t vuole conoscere Dio, quando lei didn’t sapere la prima cosa sulla Bibbia, e che poteva interessare di meno la preghiera o di culto. C’è stato un tempo in Natalie’s vita quando le cose che erano al centro della scena nella sua vita sono state le lotte di droga, l’abbandono, e il dolore.

Vedete, quando Natalie era una ragazza, sua madre venne intrappolata nella vita di droghe e alcol. Presto, quelle dipendenze erano più importanti per lei di Natalie. Alla fine, per il suo bene, Natalie è stato mandato a vivere con i nonni, come sua madre venne consumato con una dipendenza da droghe. Anche se i suoi nonni volevano bene, Natalie comprensivo lottato con sentimento “ricercato” e amato. E così, ben presto, si rivolse a festa e bere con gli amici. E ‘stato per alleviare il dolore, era di adattarsi, doveva essere parte di qualcosa che la faceva sentire “bene”.

Era in mezzo a questo dolore e questa angoscia che Natalie ha iniziato ad andare in chiesa. Divertente come Dio usa le situazioni e le persone a “entrare di nascosto” alla nostra vita. Dio aveva iniziato a “entrare di nascosto” per Natalie’la vita s, e nel suo cuore. Durante una notte Kid Mercoledì’s Ministero, Natalie cominciò a sentire la storia del Vangelo. Lei aveva 12 anni, e nel 7 ° grado.

In un primo momento, Natalie wasn’t abbastanza sicuro circa le classi e la Bibbia. I giochi erano divertenti, gli spuntini erano buoni, e il canto era interessante—quella’è ciò che teneva a tornare. Era piuttosto una manciata—con un temperamento rapido, una lingua più veloce, e le dita appiccicose che ha rubato “tutto ciò che non era’t inchiodato-down” nella chiesa. Il suo grande senso dell’umorismo e dinamica personalità non erano abbastanza grandi per nascondere il dolore che portava con sé. Era una ragazza con bagaglio—ha bisogno di qualcuno per aiutare facilita il suo carico.

Dio agitò la sua strada nel “crepe” a Natalie’s cuore, e ha cominciato a cambiare la sua. Non ha mai perso una settimana di che Kid’s Ministero—e sempre portato un nuovo amico con lei. Presto, aveva creato la propria Piccolo gruppo—un gruppo che è stato incontro per parlare dei loro problemi, e per offrire sostegno l’un l’altro. E Dio mantenne dimenando…

E poi, durante il suo Junior anno di liceo, quando aveva 16 anni, Natalie è andato su un ritiro chiesa, e ha aperto il suo cuore completamente a Dio. Quando tornò dal ritiro, i suoi amici hanno raccontato che sembrava, ha agito, vestito, sembrava, e era una persona completamente diversa—tutto per il meglio. Natalie era una persona cambiata. Natalie è stato fatto nuovo. Natalie era stata trasformata. Natalie aveva fatto un 180. Ora era un seguace di Cristo.

Dio ha ottenuto ahold di voi, e voi cambiato? Sei stato fatto nuovo, trasformato, fatto un 180? Nella vostra vita di fede, sono un “prima”, O sei un “dopo”?

La Bibbia è piena di storie di conversione—pensare a persone come Zaccheo, l’apostolo Matteo, la donna sorpresa in adulterio, Lidia il venditore di porpora, Maria Maddalena, l’apostolo Pietro, e tanti altri. Le persone che Dio ha ottenuto ahold, e trasformato le loro vite intorno—facendo un “180”.

Ma di tutte le storie di conversione che leggiamo nella Bibbia, la più profonda è la conversione di Paolo. Ed esso’s che storia—la sua storia di conversione—che si concentra nel nostro scritture per oggi in Galati.

Abbiamo imparato nelle settimane precedenti che Paolo—che è stato sollevato Saul—è nato a Tarso, ha sollevato un Ebreo, addestrato come un rabbino, e alla fine divenne un violento persecutore della Chiesa primitiva. Il suo odio per i cristiani lo consumava. E lo ha definito. E alla fine, si trovò a fare del male ai cristiani—la paura, la violenza, l’omicidio—tutto in nome di Dio.

Tutto è cambiato, però, quando Paul ha incontrato Gesù risorto. Gesù affrontò Paolo circa l’odio, la paura, la violenza, l’omicidio—la persecuzione. Gesù affrontò Paolo con la verità—e Paul cadde davanti al Signore’piedi s in disperato bisogno di grazia. Questo incontro con il Salvatore risorto trasformato Paul. Si è scoperto la sua vita intorno. Paul ha fatto un “180”. Andò da arrestare e uccidere i cristiani per guidarli e la predicazione a loro. Andò da Gesù di chiamare un “bestemmiatore”, A chiamare Gesù “Signore”. Andò da un uomo pieno di paura, odio, e le lotte, a un uomo pieno di Dio’s grazia. Paul è stato convertito.

Nei giorni in cui il grande evangelista Moody predicava a Chicago, un uomo, in parte sotto l’influenza di alcolici, vedendo le luci calde di Moody’s tabernacolo, barcollando i gradini della porta d’ingresso. Dopo l’apertura, vide nessuno all’interno, ma ha fatto vedere il motto appeso sopra il pulpito: “Dio è amore.” L’uomo ha sbattuto la porta, barcollando giù per le scale, e mormorò tra sé e sé, “Dio è amore? Dio non è amore. Se Dio fosse amore, Egli mi piacerebbe, e mi odia.”

Ha continuato la sua passeggiata irregolare intorno al blocco, ancora borbottando tra sé e sé. Ma quelle parole hanno cominciato a bruciare le immagini in suo pensiero intorpidito. Un potere sembrava disegnare riportarlo al tabernacolo. Con le folle che ora si avvicinavano nella tenda, ben presto trovò seduto dentro, e il signor Moody predicava.

Il sermone sopra, Moody ha fatto la sua strada verso la porta a stringere la mano con la gente come hanno lasciato. Ma quest’uomo didn’t congedo. Ha continuato a sedersi al suo posto, piangendo. Moody è venuto verso di lui, mise un braccio sull’uomo’s spalla, e ha chiesto, “C’è qualcosa che posso fare per voi? Cosa c’era nel mio discorso che ha toccato il cuore?”

“Oh, signor Moody, I didn’t sente una parola che lei ha parlato questa sera,” l’uomo ha risposto. “esso’s quelle parole lassù sopra il pulpito—‘Dio è amore.’”

Moody seduto e ha parlato con lui per un po ‘, e ben presto ha dato il suo cuore a Dio.

Il potere trasformante di Dio’s amore è completa, e travolgente. (L.E. Tucker, These Times, novembre 1974)

Paolo’s storia è dinamico. esso’s potente. esso’s profonda. esso’s intenso. Ma Paul non’t dire che per attirare l’attenzione su se stesso. egli doesn’t dire che per avere le chiese della Galazia dicono in soggezione, “Oh ragazzo! Guardate quello che un pastore sorprendente che abbiamo!” egli doesn’t condividere il suo cuore in modo che le persone nella comunità lo può contenere fino come un grande esempio. No—Paolo vuole niente di tutto questo. Paolo racconta la sua storia perché sottolinea due cose—il buio della sua storia, e la luce di Dio’s grazia salvifica .

“Per avete sentito parlare del mio modo precedente di un tempo nel giudaismo,” lui scrive, “quanto intensamente ho perseguitato la Chiesa di Dio e cercato di distruggerla.” (Galati 1,13) Paolo’s parole sono veritiere e smussato—un coltello nel suo cuore come racconta quanti morti dei suoi fratelli e sorelle in Cristo è stato responsabile per. La paura della Chiesa come hanno sentito il nome “Saul”—Paolo’s nome precedente—era palpabile. Paolo era stato il portatore di morte e distruzione. L’oscurità lo seguì dove ha camminato.

Ma allora—Paul ha incontrato il Signore. E tutto è cambiato. “[Le chiese in Siria e Cilicia] solo sentito il rapporto: ‘L’uomo che già ci perseguitava, va ora annunziando la fede che un tempo voleva distruggere.’ E lodando Dio a causa mia.” (Galati 1: 23-24) Dove una volta Paolo ha portato l’ombra della morte, ora brillava la luce della vita.

Nel raccontare la sua storia, Paolo voleva enfasi buio del suo passato, in modo che la luce di Cristo nella sua attuale potrebbe essere mostrato. “Paul dipinge il nero dell’immagine in modo che la luce brillante del Vangelo può essere visto chiaramente.”(John Piper)

Noi’non è molto diverso da Paul. (Pastor regge immagine, coperto di pennarello cancellabile nero.) Le lotte potrebbero essere diversi per tutti noi, ma tutti noi abbiamo lotte. Tutti noi abbiamo peccato. Abbiamo tutti le cose che sono nascosti nel nostro passato, o chiusi nei nostri cuori, o bloccati nelle nostre anime. Abbiamo ferite e frattura e di guai. Come il nero su questa immagine, ci’s oscurità in noi. E il buio è potente. esso’s spessore. esso’difficile vedere la luce e la vita e l’amore e la grazia attraverso. Essa ci impedisce di vedere la luce. Essa ci impedisce di vedere la verità. E—a volte—può causare il nostro cuore ad essere freddo, e ci impedisce di vedere Cristo.

(Pastor regge un tovagliolo di carta.) però—Dio desidera per la Sua luce a brillare attraverso la nostra vita, per quel buio per essere dissolto, per la sua grazia e il perdono per scoppiare attraverso il caos e del male e il dolore nella nostra vita e ci trasformi. Quando Dio ottiene ahold di noi (Pastor comincia a pulire il pennarello cancellabile off). La sua luce comincerà a brillare attraverso nella nostra vita, e nel mondo. (Pastor finisce cancellando tutto il marcatore off, rivelando un versetto della Bibbia sotto.) come Paolo’la vita s, l’oscurità sarà andato, e la luce di Dio prenderà il suo posto. Quando raggiungiamo fuori e accettiamo il Suo perdono, la sua grazia e la sua vita di trasformazione, siamo cambiati—proprio come Paul.

In 2 Corinzi 5:17 Paolo scrive: “Se uno è in Cristo, sono una nuova creazione; le cose vecchie sono passate: ecco, sono diventate nuove!” Oggi, come ogni giorno, siamo invitati ad essere “fatta di nuovo” in Cristo. Hai alcune cose nella vostra vita che hanno bisogno di cambiamento? Hai qualche peccato che ha bisogno di pentirsi e di perdono? Hai alcuni oneri che devono essere stabilite ai piedi di Gesù? C’è qualche oscurità nel tuo cuore che ha bisogno di avere la luce di Cristo brillò su di esso? Venire. Resa. Essere rinnovati. Egli si trasformerà che tenebre alla luce. E sarete trasformati. Amen.

Galati 1: 1-10

Con Kristen Rae Nelson

Millard Community Church Covenant—5 giugno 2016

Immaginate la scena. Due alpinisti scalare una montagna insieme nel calore del sole di mezzogiorno. Raggiungendo le mani sopra la testa, con le loro gambe per sollevare se stessi su dalla parete rocciosa, si muovono lentamente e metodicamente in cima alla scogliera. Arrampicata quasi straight-up, in aria, come piccoli insetti sul lato della montagna, sono a bordo di pericolo. Solo le loro mani e piedi e la loro determinazione tenerli sulla roccia.

Raggiunta la cima della scogliera prima, scalatore # 1 si solleva fino e oltre, scivolare sul suo ventre per tenersi in equilibrio mentre si scruta oltre il bordo di parlare parole di sostegno al suo amico. “Solo un altro paio di piedi per andare! Puoi farlo! Aspetta, e mantenere l’arrampicata!”

Climber # 2 guarda in alto verso il suo amico con gratitudine e fiducia, annuendo con la testa d’accordo—“Si Lui può fallo.” Si alza la mano sopra la testa, afferrando alla roccia di fronte a lui, alla ricerca di una mano-hold. Lui pensa di avere, e si mette la mano nella scanalatura, sollevando tutta la sua peso corporeo su sopra la punta delle dita. Ma la mano-hold scivola. La roccia si sbriciola da sotto le sue dita. E lui è lasciato in sospeso dal bordo della scogliera, con una sola mano, secondi dalla morte. La paura spara attraverso il suo corpo. Cosa fare?

Climber # 1 testimoni dell’incidente, e va in “modalità di ripristino”. Si china verso il basso oltre il bordo della scogliera, verso il basso direttamente davanti al suo amico, solo un braccio’lunghezza s via. “Prendimi la mano!” grida, tendendo il braccio forte, pronto a tirare su il suo amico.

Ma Climber # 2 viene travasato con la paura. Ha una decisione da prendere. Si può afferrare il suo amico’s mano—ma cosa succede se il suo amico’s presa doesn’t tenere? Sarebbe stato mettendo tutta la sua speranza in quella stretta. Se lui non’t afferrare il suo amico’s mano, si potrebbe avere un paio di minuti per trovare un’altra mano-hold sulla roccia. Ma cosa succede se lui non’t? L’altro braccio’s forza avrebbe dato fuori, e lui sarebbe stato inviato precipitando alla sua morte.

“Afferra la mia mano!” Climber # 1 grida di nuovo, la sua mano a portata di mano appena sopra il suo amico’testa s. Infine, in un momento di fiducia, Climber # 2 afferra il suo soccorritore’s mano. In pochi secondi, si è tirato per la sicurezza.

Mentre i due alpinisti si siedono sul bordo della scogliera, trovando il fiato dopo il calvario straziante, scalatore # 1 guarda il suo amico e gli dice, “Grazie per lasciare andare la vostra sicurezza, in modo che si potrebbe essere salvato.”

Sapevate che hai bisogno di salvataggio? Sapevate che hai bisogno di liberazione? Sapevate che hai bisogno di libertà?

L’apostolo Paolo era unicamente preoccupato con la libertà. Dopo aver vissuto la maggior parte della sua vita adulta come schiavo di regole—la legge—ha fatto la sua missione di predicare la meravigliosa realtà che una vita di fede vissuta è una vita senza durata. Ha insegnato che l’impostazione Dio al centro della nostra vita ha portato a grandi libertà e spontaneità sorprendenti. Egli predicava che centrare la nostra volontà a Dio conduce alla libertà, mentre centrare la nostra volontà su noi stessi porta alla costrizione, l’ansia, e, infine, il peccato. Come cristiani, “la nostra vita può essere una crescita verso la libertà, invece di un ritiro in diffidenza ansioso.” (Eugene Peterson, “Viaggiare leggeri”, P.11) Paolo sapeva che avevamo bisogno di salvataggio, e l’unica persona per salvare noi era Cristo.

“Grazia a voi e pace da Dio Padre nostro e dal Signore Gesù Cristo, che ha dato se stesso per i nostri peccati per salvarci da questo mondo perverso, secondo la volontà del nostro Dio e Padre, al quale sia gloria nei secoli dei secoli, amen .” (Galati 1: 3-5)

Rescue non è un nuovo tema per la memoria cristiana. Paleocristiana predicazione provato più e più modi in cui Dio ha salvato i suoi figli. In Atti 7, quando il giovane Stefano è stato arrestato e fatto a testimoniare davanti al Sinedrio, che coraggiosamente ha parlato di come Dio aveva salvato Giuseppe in Egitto. “Poiché i patriarchi erano gelosi di Giuseppe, lo hanno venduto come schiavo in Egitto. Ma Dio era con lui e salvato lo fanno tutti i suoi problemi…” (Atti 7: 9-10a) “Ricordando la storia di Giuseppe, ci rendiamo conto che nessun pozzo o prigione è inaccessibile per la liberazione, offrendo, potenza di Dio salvataggio…” (Peterson, p.24)

Abbiamo bisogno di soccorso, e il Signore è colui che ci porta che il salvataggio, che ci rende liberi.

Ma cosa succede quando la libertà viene diffamata? Cosa succede quando quelli che sono stati salvati sono costretti a vivere la loro vita dietro le sbarre? Cosa accade quando la vita di libertà viene sostituito con una vita di ansia e preoccupazione? Quella’s quello che stava accadendo alle chiese della Galazia. E quello’per questo che Paolo aveva bisogno di scrivere una lettera sulla libertà in Cristo a loro—la lettera di Galati.

Un po ‘di sfondo per voi: I primi credenti coraggiosamente proclamato Gesù Cristo come Signore e Salvatore eterna. La Scrittura registra che migliaia hanno risposto alla loro predicazione, le loro testimonianze, e vennero alla fede in Cristo. Ma nei primi giorni, il messaggio è stato predicato solo per coloro che avevano abbracciato la fede ebraica. “le persone non-ebrei—Gentili—sono stati evitati come impuri, fino a quando Dio stesso ha dimostrato che anche loro erano ormai parte del suo popolo eletto (At 10:28, 34-35; 11,19).” (Vita Modifiche Serie:. Galati, p 11) Poco dopo, chiese con ebrei e gentili adorare e fellowshipping insieme apparsi durante tutto l’Impero Romano, e anche oltre.

Come potete immaginare, questa espansione e questa diversità ha portato molti “dolori crescenti” per la Chiesa primitiva. Dio ha preparato e ha chiamato Paul—che allora era Saul—per servire in particolare per la popolazione Gentile. Paul era, in sostanza, la Chiesa’s più grande missionario. E ‘nato a Tarso, che era un centro di cultura greca. Era intelligente e ben istruito,. Era un fariseo, e si alzò in risalto per la sua osservanza dettagliata di Dio’Legge s. Come abbiamo appreso la scorsa settimana, Paul ha iniziato a perseguitare la Chiesa. Ma l’incontro con il Cristo risorto ha cambiato la sua vita, e lo mise sulla strada del ministero alla Chiesa—specialmente ai pagani.

Paul continuò a molti viaggi missionari, e uno di quei viaggi comprendeva la creazione di chiese nella parte meridionale della provincia di Galazia. Queste sono le persone a cui Paolo scrive la sua lettera “Galati” a.

Ma c’era un problema. Paolo sarebbe rimasto diversi anni con le chiese lui stabilito, e poi avrebbe lasciato andare su un altro settore che aveva bisogno di lui. Dopo aver lasciato le chiese della Galazia, persone che erano soprannominata la “Judaizers” era entrato e ha cominciato a predicare un Vangelo diverso da quello che Paolo aveva predicato. Invece del Vangelo di libertà in Cristo mediante la fede che Paolo aveva insegnato, questi “Judaizers” voluto fare Gentili seguire le leggi ebraiche. Hanno insegnato le chiese che meno che non fossero circoncisi, non potevano essere salvati (Atti 15: 1). E cosa’s ancora peggio, hanno falsamente dichiarato di rappresentare la leadership Chiesa di Gerusalemme. Erano così convincenti che alcune delle persone nelle chiese hanno cominciato a seguire la “Judaizers’” insegnamenti, e dimenticato le verità del Vangelo che Paolo aveva insegnato.

Quando Paolo ha avuto sentore di questo, era arrabbiato. Sapeva che non c’era niente di male nella legge in sé, ma se qualcuno—Ebrei o Gentili—guardato alla legge come un mezzo per garantire Dio’s perdono o favore, allora la loro fede non era in Cristo e la Sua opera compiuta sulla croce. “Se sono stati richiesti i pagani a praticare la legge…poi improvvisamente il mezzo sia di salvezza e di vivere la vita cristiana è diventato sforzo umano, piuttosto che la fede in Dio.” (Life Change Serie: Galati, p.12)

Raggiungere la mano oggi, cogliere Dio’s, essere salvato…Sii libero. Amen.

Con Kristen Rae Nelson

Chiesa Millard Comunità dell’Alleanza, 29 maggio 2016

Ad ogni passo che ha preso, borbottò. “schifoso…cristiani”, “marmaglia…rousers”, “legge di rottura…bestemmiatori”. I suoi piedi ha colpito la strada polverosa con il duro, determinato “tonfi”, Ciascuna pista portando con sé “brontolare”. Teneva gli occhi trafitto, guardando a sinistra ea destra, come un detective alla ricerca di indizi. Nessun segno di una persona o di un gruppo fuori posto ha sollevato il sospetto ed è stato causa per lui ei suoi compagni di viaggio di fermarsi e indagare ulteriormente. Erano alla ricerca di aghi in un pagliaio—I cristiani in una terra di ebrei. Ma Saul era determinato a trovare loro, e dare loro la punizione che si sentiva che veramente meritavano.

Il caldo sole filtrava attraverso le nuvole e sopra Saul’s spalle, lo inzuppando di sudore. Dietro di lui, sentì piccoli gemiti di esaurimento dai suoi compagni di viaggio—braccianti per aiutare con l’arresto e il trasporto di coloro che hanno seguito “La via”. “Abbiamo bisogno di fermarsi e riposare!” uno, infine gridò, con voce debole per la stanchezza.

Ma Saul mantenne la sua faccia in avanti, il suo corpo che si muove ad una clip veloce, sudore colava lungo la fronte. “No! Ci muoviamo su! A Damasco!” Era un uomo in missione. gemiti morbidi dagli uomini dietro di lui filtrati attraverso Saul’s orecchie, ma fece finta di non sentire. Il sudore gli colava giù per le gambe, sui suoi piedi, e sul terreno, formando piccole impronte di fango a ogni passo determinato.

Il gruppo si è mosso lungo la strada sterrata, la via principale alla grande città di Damasco. Saul tracciato il suo piano nella sua testa mentre camminava, per mantenere la sua mente dai suoi piedi doloranti e il calore intenso. Avrebbe entrare in città e visitare immediatamente ogni sinagoga, pensò. Lì, avrebbe detto quelle autorità che ha incontrato il grande minaccia questi “I seguaci di Gesù” poste alla regola-following, codice-vita, Legge amante ebrei, come lui. Avrebbe suscitare nelle autorità il fuoco della persecuzione che aveva nel suo ventre. E poi, si sarebbero insieme la caccia ai cristiani della città, arrestarli, e caricarli sui carrelli in attesa che Saul’s uomini trainati con loro mentre camminavano. Off a Gerusalemme sarebbero andati—in galera, e per l’estinzione di questo parassita che si chiama “Chiesa”.

Saul sorrise al suo piano, e si voltò a guardare i carri in attesa. I carrelli vuoti’ ruote jiggled e cigolava sulla strada accidentata. Ben presto, i carri sarebbero stati pieni di gente—legge-rottura, Gesù-seguito, la gente-Chiesa la formazione. Sì, Saul’piano di s sarebbe sicuramente lavorare. Sorrise con soddisfazione.

Uno dei suoi compagni di viaggio—un giovane mercenario—preso contatto visivo con Saul, e corse accanto a lui. Con uno sguardo interrogativo sul suo volto, chiese Saul, “Dimmi ancora una volta il motivo per cui noi non’t come i seguaci di Cristo?”

Improvvisamente, una luce bianca balenò giù dal cielo, atterrando direttamente sul Saul, lo inzuppando in una feroce, terribile ray. Saul’s compagni di viaggio inciampato ad una fermata come Saul cadde in ginocchio nel dolore, la luce bruciante gli occhi alla cecità. Saul urlò di dolore così come una gran voce dal cielo, ha parlato da dentro la luce, dicendo: “Saulo, Saulo, perché mi perseguiti?” (Atti 9: 4)

Saul riusciva a malapena a parlare, i denti rumorosamente nel terrore, come chiese, “Tu chi sei? Signore?” (Atti 9: 5) Temeva la risposta, che immediatamente sapeva nel suo cuore.

“Io sono Gesù, che tu perseguiti,” (Atti 9: 5) la voce ha risposto. Saul si sentiva un grande gemito sollevarsi dentro di lui e fuggire attraverso le sue labbra, scuotendo il suo corpo a terra. Afferrò il suo mantello alla scollatura, e strappò con tutta la sua forza, nel dolore. Profonda, singhiozzi dure scosse il corpo come la realtà di ciò che stava accadendo—chi stava parlando, e quello che aveva fatto—impostato in.

Saul’s compagni di viaggio guardavano in preda al terrore. Avevano sentito la voce pure, e sono state ora assistendo Saul’s dolore. Molti degli uomini si stracciarono le vesti come segni di contrizione e pentimento. Hanno chiamato nei loro cuori al Signore per il perdono. Rimasero in attesa, senza parole.

“Saul, alzati.” Gesù disse dalla luce, “Entra nella città, e ti sarà detto ciò che devi fare.” (Atti 9: 6)

Per tre giorni, Saulo né cibo né bevanda. Ha semplicemente seduto e pregò. C’era un sacco di pregare da fare. La sua introduzione a Gesù aveva lo scosse al suo nucleo. Egli è stato affrontato con una nuova realtà—una nuova realtà che stava sostituendo la legge con la fede, la grazia e la libertà. Nel buio della sua cecità, Saul focalizzata su Dio, e ciò che Dio gli stava insegnando. C’era molto da imparare.

Dall’altra parte della città, un fedele seguace di Cristo, chiamato Anania anche seduto e pregò. E Dio ha parlato anche a lui. “Anania! Vai alla casa di Giuda sulla Straight Street e chiedere un uomo di Tarso di nome Saulo, perché egli sta pregando. In una visione che ha visto un uomo di nome Anania vieni a mettere le mani su di lui per ripristinare la vista.” (At 9,11)

Il terrore è salito attraverso Anania’ corpo quando ha sentito il nome “Saul”. Questo è stato l’uomo che era stato messo in guardia! Questo era l’uomo che stava andando su, gettando i cristiani in carcere per essere alimentato ai leoni, o crocifisso. Questo è l’uomo che odiava i seguaci di Cristo più di ogni altra cosa. Questo è l’uomo che aveva fatto voto di fermarsi davanti a nulla per distruggere la Chiesa. “Signore, ho sentito molte segnalazioni su questo uomo e tutto il male che ha fatto al tuo popolo di Gerusalemme! E lui è venuto qui con l’autorizzazione dai sommi sacerdoti di arrestare tutti quelli che invocano il tuo nome!” (Atti 9: 13-14)

E ‘stato un viaggio solitario di Straight Street, come Anania tenuto vicino alle ombre degli edifici e rannicchiati nei vicoli come carri e carri passavano. Ben presto, era in piedi di fronte a una grande porta di legno. Con mano tremante, bussò. La porta si aprì con lo sforzo, e Anania timidamente entrò.

La casa aveva un odore di carne arrostita e legna da ardere. Un piccolo gruppo di uomini seduti in un angolo della stanza, la riproduzione di un gioco dei dadi, ridendo forte. Sembravano fino casualmente come Anania è venuto al centro della stanza, permettendo ai suoi occhi si abituassero. “io’sono qui per quello che chiamano ‘Saul’,” ha dichiarato, la sua voce tremolante. Uno degli uomini cenno con la testa di un uomo rannicchiato nell’ombra, lontano dal resto del gruppo. Anania camminava lentamente verso di lui, e si rese conto subito che Saul era cieco e impotente.

Saul alzò la testa alla venuta dello straniero, e aspettò che Anania a parlare per primo.

“Fratello Saulo,” Anania sospirò, prendendo le mani e metterli su Saul’testa s, “il Signore—Gesù, che ti è apparso sulla strada come venivi qui—mi ha mandato in modo che si può vedere di nuovo e sarà pieno di Spirito Santo.” (At 9,17) Saul giunte Anania’ mani con gratitudine. Immediatamente, come delle scaglie è sceso da Saul’Gli occhi e la vista è stato restaurato (Atti 9:18). Pianse di gioia, e abbracciò Anania, baciandolo sulla fronte come una famiglia.

“Mi permetta di essere battezzato come credente!” Saul pregò. E in modo da trovare l’acqua, Saul ricevette il battesimo di nostro Signore (Atti 9:18) .

Subito, Saul cominciò a predicare nelle sinagoghe che Gesù è il Figlio di Dio. E tutti coloro che ascoltavano il suo insegnamento erano stupiti—Saul’La vita è cambiata dimostrato di loro che Gesù è veramente il Messia (At 9,22).

Che storia di conversione! Saul—che alla fine ha cambiato il suo nome a Paul, in modo da riflettere la sua nuova identità in Cristo—incontrato il Cristo risorto, e la sua vita è stata sempre e completamente alterata. Non c’era tornare indietro—Saul era completamente cambiata, una nuova persona, un essere trasformato.

Così oggi, vi chiedo—non la tua vita più simile “prima della conversione” Saul, o “dopo la conversione” Saul? Fare le cose che fai, le parole che dici, le scelte che si fanno, uscire da un luogo di “la necessità di guadagnare il vostro modo di Dio”, o “riposo in Dio’s perfetto e libero amore e la grazia”? è Dio’s grazia davvero trasformare—totalmente e completamente, come se fosse trasformato Saul?

Gesù vuole incontrarti da soli “Road to Damascus”. Egli vuole brillare la Sua luce nel tuo cuore, e ti liberi da ciò che è imprigionare voi. Egli vuole perdere quelle catene di auto-giustificazione e di auto-aiuto, e prendere in consegna nella vostra vita. lui’s in attesa di raggiungere la mano a lui, e dire “io’Sono pronto.”

Io penso che tu sei. Amen.

“prophesy vita”—Ezechiele 37: 1-14 e Atti 2: 1-21

Con Kristen Rae Nelson

Predicato nella chiesa Millard Comunità dell’Alleanza 15 maggio 2016, la Pentecoste

Bistecca. esso’s meraviglioso, e lo sappiamo tutti. Ma, che cosa se mi sono seduto per un pasto di fantasia, con i luoghi stabiliti e le forcelle tutti in fila, e sul vostro piatto Mi lasciai questo: un pezzo grezzo di carne, nessun accenno di eventuali succhi di frutta, freddo e viscido e in genere , completamente poco attraente. Vorresti mangiare? Ti scavare con gusto e passione? Volete assaporare esso? Oppure, vuoi spingerlo via, dicono molto educatamente “No grazie”, E tranquillamente lasciare la stanza?

esso’s strano, ma anche se questo pezzo grezzo di carne è esattamente la stessa di quella pezzo di carne che sta cucinando molto bene, nessuno avrebbe mai voluto veramente Questo. esso’Non s fino a questo pezzo di carne—che è sempre stata e sempre saràbene —è posto sulla griglia, è dato di calore, viene cotto, il suo grasso per friggere e frizzante, i suoi succhi di frutta in esecuzione, che diventa qualcosa di desiderabile per le persone. Solo quando il fuoco passa attraverso la bistecca, e lo cambia, non diventa ricercato, voluto, e preferiva.Prima questo,’s buona, ma nessuno vuole mangiare, no? Dopo questo,’s così meraviglioso e piacevole che la semplice aroma di esso attira le persone a cercare dopo che, a volerlo, e di prendere in.

(Pastor Kristen mette la bistecca cruda verso il basso, continua a permettere l’altra bistecca da cucinare, e se ne va di nuovo al pulpito).

Il nostro Vecchio Testamento lezione per l’oggi è uno dei miei preferiti quelli molto—l’account di Ezechiele nella valle di ossa secche. La scrittura inizia con Dio, lo Spirito Santo, portando Ezechiele, profeta del Signore, per mezzo di una valle sterile, caldo, secco e polveroso. E sul pavimento di quella terra desolata di cui centinaia, migliaia, milioni di ossa secche. Umano ossatura. Questo luogo, questa valle, era un luogo di disperazione. Questo è stato un luogo di morte.

Ezechiele aveva molto più pazienza di me, perché sembra come se sapesse il Signore stava cercando di insegnargli qualcosa. E così, invece di rispondere con la frustrazione ed esasperazione, Ezechiele acconsentito allo Spirito Santo e disse: “Sovrano Signore, solo tu conoscere. Solo tu sapere se senza speranza può diventare speranza. Solo tu sapere se ossatura può diventare corpi. Solo tu sapere se morte può diventare vita .”

E poi, lo Spirito Santo ha parlato, e ha dato queste istruzioni per Ezechiele: “Prophesy a loro ….Prophesy A loro che farò respiro inserirli di nuovo—che io li portare in vita. Profetizza per loro che io darò loro la speranza, dove un tempo c’era nessuno; che io darò loro nascita, dove un tempo c’era la tomba; che io ancora dare loro Me stessa. in modo che essi vivranno. Diglielo—dire loro, Ezechiele—che cambierà tutto, che spazzerò attraverso di loro e intorno a loro e in loro, dando loro la vita. Che mi prenderò tutto la morte, e trasformarlo in vita. Dite loro che don’t devono più male. Dite loro che don’t devono piangere più. Dite loro che non sono più persi, vagando, non voluti, e alienato. Dite loro che io sia venuto a dare loro la vita. profetizzare. Ezechiele, vita profetizza .”

Vita. Respiro. Speranza. Ezechiele non può negare il Signore’richiesta di s, e così si comincia a parlare. Egli comincia a risuonare queste verità, queste promesse, che ha appena sentito. Egli comincia a raccontare del Signore . Comincia a profetizzare. E una cosa incredibile comincia ad accadere: le ossa cominciano a muoversi. Si inizia con un piccolo tintinnio di osso secco su arida—e diventa rapidamente una scena di meraviglia, come le ossa si uniscono, giunti si formano, muscoli e tendini avvolgono e pelle copre i corpi. Presto, in piedi davanti a Ezechiele è un vasto esercito di persone—persone dove c’era una volta solo la sporcizia, carne e sangue, dove una volta c’era solo ossa.

Eppure, Dio non era finito. Infatti, anche se le ossa erano state risorto, anche se avevano sentito la verità, erano ancora, tecnicamente, morto. Non c’era vita in loro. Erano, semplicemente, corpi. E così lo Spirito Santo ha parlato a Ezechiele di nuovo, e disse: “Ezechiele, profetizza per loro ancora —profetizza con il potere di Me . Profezia con l’unico respiro che dà la vita. Indovina con Me. il vento impetuoso, il fuoco di raffinazione, la vita eterna. profetizzare Me in tutto il loro essere. Perché è solo quando io li entrare, solo quando mi danno la vita per le sue parole, e per le loro anime . che lo faranno veramentevivere .”

(Pastor Kristen va verso la piastra, i controlli sulla bistecca, lancia esso, ecc torna al pulpito.)

L’adolescente che inizia una vita di droghe e alcol a causa di una vita di famiglia spezzata; la giovane famiglia che sta lottando solo per ottenere da; l’uomo d’affari che mantiene il segreto del dolore e il dolore nel suo cuore; lo studente universitario che si chiede se Dio esiste ancora; il nonno che prega per e preoccupazioni per la vita di fede dei loro nipoti—Tutto intorno a noi, le persone hanno a che fare con la morte.

E oggi, proprio come lo Spirito Santo ha portato Ezechiele al centro della morte, così Egli portanoi. E questa mattina, proprio mentre Ezechiele fu chiamato a “vita profetizza”, Abbiamo anche sentito la chiamata. Dio ci è in piedi in mezzo al dolore, in mezzo al dolore e disperazione. lui’s ci chiede di aprire gli occhi, e per vederevedere le ossa secche. E poi, Egli’s ci chiede di profetizzare vita nella morte .

E ancora. quello non è tutti quella’s necessario. Perché, proprio come quella bistecca era poco attraente senza il calore del fuoco, proprio come i corpi erano ancora morti senza il soffio di Dio, così anche la nostra testimonianza sarà morto senza la potenza dello Spirito Santo in essa e in noi . Al fine di vita a venire veramente in quelli che sono morti, lo Spirito Santo deve entrare, deve cambiare, deve ispirare, deve muoversi.

Troppe volte noi cerchiamo di farlo noi stessi. Troppe volte noi “tirare su i nostri stivali”, Arranchiamo nella valle di ossa secche, e cerchiamo di convertire, corretta, e la console senza la guida, la vita, e la potenza dello Spirito Santo. Troppe volte ci affidiamo sulle nostre forze, e non sulla forza di Dio. E troppe volte si finisce per posa sul pavimento della valle noi stessi. la vita buttato fuori di noi, la nostra “ossatura” asciutto e logori e senza speranza e amaro.

Ma ciò’s non dovrebbe essere così. Prima che Gesù ha lasciato, prima di salire al cielo, ha promesso il dono dello Spirito Santo. Ha promesso che lo Spirito camminerà al nostro fianco nella nostra testimonianza. Ha promesso che ci sarà dato le parole per dire, quando abbiamo nessuno di noi stessi. Ha promesso che ci verrà data la forza, quando siamo maltrattate e logoro. Ha promesso che lo Spirito Santo camminerà davanti a noi, esponendo la verità, e aprendo la strada per l’amore e la grazia di Dio per essere parlato da nostro vive nella vita di altri. E infatti, a Pentecoste—il giorno in cui’re celebra oggi—quella’è esattamente quello che è successo.

Noi dicono le parole, e la Spirito dà loro la vita. Noi condividere le nostre storie, e la Spirito li traduce in speranza. Noi andare per il mondo—che amiamo e cura, preghiamo e console, abbiamo ministro e comfort—e il Spirito mostra Dio per i perduti. esso’s una partnership tra Dio e noi—che lavoriamo insieme per testimoniare su Dio .

(Pastor Kristen controlla sulla bistecca, e spegne la piastra. Lei pone sia la bistecca cruda e la bistecca cotta su un piatto, e pone il piatto su un tavolino davanti all’altare. Lei cammina di nuovo al pulpito.)

Senza lo Spirito nella nostra testimonianza, è’s come se ci stanno offrendo una, fredda, bistecca viscido prima al mondo. Sì, il “materiale grezzo” è buono. Là’s niente di sbagliato con esso. Eppure, il mondo non sarà attratto da esso, disegnato per la verità e la vita che Dio ha messo in nostro vive, senza fuoco che lo Spirito Santo offre.

Dio ci chiama tutti oggi a stare in mezzo alla valle di ossa secche, e di testimoniare, con la potenza dello Spirito Santo, vita. Miei amici, “vita prophesy ”. Amen.

Luca 24: 44-53 (Ascension Domenica)

Con Kristen Rae Nelson,

Chiesa Millard Comunità dell’Alleanza, 8 maggio 2016

Era l’estate dopo il mio primo anno di seminario, ed ero pronto a “fare la differenza” nel mio mondo. Una opportunità di lavoro offerto a me sembrava la soluzione perfetta—di essere il leader di un “Gruppo musicale culto” che avrebbe guidato attraverso il paese, fermandosi a un diverso campo di Alleanza ogni settimana, che li conduce nel culto, la riproduzione di musica, e la promozione di North Park Università per tutto il tempo. Ho accettato la posizione di eccitazione, mentre le visioni di “worship leader gloria” riempito la mia testa.

Presto, un gruppo di studenti undergrad è stato assemblato: chitarristi, tecnici del suono, cantanti, batteristi, e simili. Alla fine di maggio, quando le classi del college e del seminario erano finiti, i membri della band di recente formazione diretti a casa per due settimane, mentre ho alloggiato nel campus, inchiodare i dettagli del viaggio.

E ‘stato un tempo occupato per me. Ho subito capito che avevo fatto il passo più di quanto potessi masticare. I miei giorni durante quelle due settimane sono state riempite con telefonate ed e-mail, pianificazione musica e compilazione dei moduli. Ero così occupato che ho dimenticato di pregare. Come ho preparato questa avventura estiva a lungo per la nostra band culto, ho dimenticato di fare l’unica cosa che è stata più necessaria—pregare per Dio’s guida, leader, e il potere nel ministero che stavamo per intraprendere; pregare per Dio’s sarà da fare; pregare per la guida dello Spirito Santo.

Le due settimane di programmazione passati, e io rapidamente mi sono trovato in mezzo a tutte le diverse dinamiche di gruppo che vengono quando 6 sconosciuti sono costretti a vivere in stretta vicinanza l’uno all’altro—su un furgone, nelle cabine, e tutto il resto. Abbiamo iniziato il nostro viaggio di pensare che stavamo per essere una band di culto. Ma che la realtà è stata attivata la sua testa quando, campo dopo campo, ci è stato chiesto di compilare come consiglieri, invece.

Ci sono stati molti momenti difficili che l’estate—volte in cui abbiamo interrogato Dio, dove siamo diventati arrabbiato con lui per noi gettando in situazioni in cui non ci fosse stato preparato per essere, dove ci siamo sentiti come i nostri doni di musica weren’t in uso, dove ci siamo sentiti stanchi e malandato e sconsolato. E ‘stata un’estate difficile, ma un’estate dove ho imparato qualcosa: a volte Dio ha piani diversi per noi che abbiamo per noi stessi. A volte Dio vuole servirsi di noi in modi interessanti e stimolanti. A volte Dio ci sfida a seguire il suo piano, il suo percorso, invece di nostra.

Ripensandoci ora, mi rendo conto che se avessi appena trascorso più tempo in preghiera, invece di sottolineando di tutti i dettagli, che il mio cuore e il cuore dei miei membri della band sarebbero stati più disposti ad accettare i compiti e le benedizioni che Dio era portando la nostra strada. Se avessi trascorso più tempo chiedendo a Dio che cosa Il suo piano è stato, il nostro gruppo sarebbe stato salvato da tanto sconforto e delusione. Se avessi rallentato e preso tempo per fare un po ‘ “ascolto attivo” e “attiva la preparazione”, Il ministero che Dio ci stava chiamando da fare—che era così completamente diverso da quello che il ministero pensato abbiamo trovato ad—non ci avrebbe colto di sorpresa, ma invece avrebbe prosperato e cresciuto a causa di Cristo e del suo leader e guida.

Sei mai stato lì? Avete mai ottenuto al ginocchio in una situazione, e improvvisamente realizzato, “Oh no—Mi rifugio’t pregato!” O tu’sono già stati andando avanti nella vostra vita, o nel ministero, e si rese conto abbastanza sorprendentemente, “I don’t ricordare l’ultima volta che ho trascorso tempo ad ascoltare Dio.” O forse si’ve appena stato arrancare attraverso tutti gli stress della vita, e ti chiedi, “Ho usato per avere tanta passione e l’entusiasmo per il Vangelo. Quando ha fatto che mi lasciano?”

Nella nostra lezione evangelica per oggi, leggiamo di Gesù’ ascensione al cielo. esso’s il tempo in cui egli’s lasciando i suoi discepoli, e le parole che li preparerà per il ministero che deve venire a parlare. Gesù sa che nei giorni, mesi, anni che seguiranno, che i discepoli stanno andando a lottare. esso’s sta per essere difficile. E così Egli dà loro parole di garanzia, e le parole di istruzioni. Egli assicura loro che Egli tornerà di nuovo, e promette di inviare lo Spirito Santo sui discepoli, in modo che possano fare il lavoro che Cristo ha preparato loro di fare.

Oggi, voglio attirare la nostra attenzione ai discepoli. Voglio che ci guardiamo a come hanno permesso a Dio di usarli, per prepararli, e di regalare loro non con i piani e le finalità degli uomini, ma con i piani e gli scopi di Dio.

Nel leggere il nostro testo per oggi, ho sentito che si è rotto ben in tre sotto-temi: preghiera, la preparazione e la passione. Permettere’s un’occhiata a come Dio utilizzato ciascuna di queste cose nella vita dei discepoli per promuovere il suo ministero sulla terra.

“Una storia è raccontata di una piccola città che era stata storicamente ‘asciutto’, Ma poi un uomo d’affari locale ha deciso di costruire una taverna. Un gruppo di cristiani di una chiesa locale erano preoccupati, e pianificato un incontro di preghiera per tutta la notte per chiedere a Dio di intervenire. E ‘appena il caso che di lì a poco l’illuminazione ha colpito il bar, e rasa al suolo. Il proprietario del bar citato in giudizio la chiesa, sostenendo che le preghiere della congregazione erano responsabili. La chiesa, però, ha assunto un avvocato per sostenere in tribunale che non erano responsabili.

“Il presidente, dopo il suo primo esame del caso, ha dichiarato che ‘non importa quanto questo caso viene fuori, una cosa è chiara: Il proprietario taverna crede nella preghiera, ei cristiani non lo fanno .’” (J.K. Johnston)

Preghiera. Prima salì al cielo, Gesù lasciò istruzioni con i suoi discepoli—le istruzioni che erano semplice e chiara: rimanere a Gerusalemme, e aspettare—attendere il dono dello Spirito Santo, aspettare che Dio per preparare il tuo cuore, attendere il tempo di avere ragione, aspettare. Posso immaginare che questo è stato un momento difficile per i discepoli. Volevano uscire e condividere le storie di ciò che avevano appena assistito. Volevano cacciare i demoni, guarire i malati, e predicate al perduto. Eppure, essi hanno detto di aspettare. Per attendere, e per pregare.

Per molti di noi, se fossimo veramente onesti con noi stessi, pregando sembra come un’attività inattivo e inutile. Perché spendere tempo in preghiera, quando abbiamo potuto lavorare con le nostre mani, parlando con la bocca, e “fare” con la nostra vita? Possiamo tendono a guardare in preghiera con aria di frustrazione e noia. Per molti, la preghiera è solo qualcosa che facciamo, perché ci è stato insegnato a farlo. Per tanti di noi, non c’è potere, nessuna autorità, e nessuna vera ragione per pregare.

Se guardiamo a come la Bibbia vede la preghiera, però, troveremo che la preghiera è il più potente dono che Dio ci ha dato come credenti. La preghiera cambia le cose. “…[Persone] possono disprezzare i nostri appelli, rifiutare il nostro messaggio, si oppongono i nostri argomenti, e disprezzare le nostre persone—ma sono impotenti contro le nostre preghiere.” (Sidlow Baxter)

Dopo che Gesù ascese al cielo, i discepoli rimasti insieme, e hanno pregato. E anche se uno sguardo sulla scena può sembrare che questi uomini e donne venivano “inattivo”, la realtà è che erano “in attesa attivamente”. Nella loro preghiera, che stavano facendo la volontà di Dio, e nella loro preghiera, che servivano.

Che cosa significa la preghiera apparire come nella vostra vita? È necessario impiegare tempo dedicato all’ascolto e parlare con il Signore? O è qualcosa che la preghiera’s sempre in “dimenticatoio”? Se noi’re onesti con noi stessi,’Di solito è quest’ultimo, ISN’t esso? La maggior parte di noi hanno anche un momento difficile alle prese con la Preghiera pastorale di cinque minuti che accade qui in chiesa la domenica mattina.

E tuttavia, la preghiera è quello che’s tutto. Come possiamo fare ministero senza la preghiera? Come possiamo essere la chiesa senza la preghiera? La preghiera è quando si arriva al Signore con il nostro cuore, e chiediamo a Dio di mostrarci la sua. La preghiera ci sta venendo a Dio, che stabilisce tutto ciò che siamo, e chiedendogli di mostrarci ciò che la sua volontà è. La preghiera è la forza trainante di tutto ciò che facciamo. La preghiera è la cosa più importante che qualsiasi chiesa—o qualsiasi Christian—può fare. “Ciò che la Chiesa ha bisogno oggi non è più una macchina o meglio, non nuove organizzazioni o metodi più nuovi, ma uomini e donne che lo Spirito Santo può usare—uomini e donne di preghiera, uomini e donne potenti nella preghiera.” (E.M. Bounds)

I discepoli pregavano, e hanno aspettato per lo Spirito Santo. E in questo tempo di attesa, Dio era preparazione il loro cuore.

“ ‘I don’t so ancora. io’m ancora fare progetti.’

“Shaw era sbalordito. ‘Vuoi dire che a pianificare il vostro lavoro? Perché, cambio idea più volte al giorno!’

“ ‘Quella’è tutto molto bene con un manoscritto quattro oncia,’ rispose lo scultore, ‘ma non con un blocco di quattro tonnellata di marmo.’” (A partire dal “Oggi nella Parola”5 aprile 1993)

dopo che Gesù’ Ascensione, i discepoli si sono trovati in un tempo in mezzo. Avevano una testimonianza da dare, e l’energia per dare. E tuttavia, sapevano che weren’t ancora pronti a farlo in modo efficace. Il cuore e lo spirito erano lì, ma i tempi non erano ancora venire. E così, hanno aspettato e pregato e chiesto a Dio di prepararli per ciò che l’attendeva.

e Dio ha fatto rispondere alle loro preghiere. Lo Spirito Santo è venuto sui discepoli, consentendo loro, e consentendo loro di andare fuori nel mondo e di essere di Cristo’s testimoni. Ma hanno dovuto aspettare che, e hanno dovuto essere disposti ad accettare questo dono straordinario quando è venuto. Potete immaginare che cosa sarebbe stato come Cristo, se i discepoli avevano ignorato’istruzioni s, e uscivano da soli, senza la potenza dello Spirito Santo? Sarebbe stato un disastro! Essi sarebbero stati contando sulle proprie forze—che tutti conosciamo era carente in quasi ogni zona—invece che su Dio’s forza. Essi sarebbero stati affidano a loro stesse parole—che erano comuni e disinformati—invece che su Dio’s parole, che hanno il potere di guidare in profondità in una persona’s cuore e li cambia. Avrebbero tenuto su loro credenze che il Vangelo è stato solo per il popolo ebraico, e completamente trascurato testimoniare il resto del mondo—invece di diffondere la notizia di Dio’s amore e la grazia a tutti coloro che ne aveva bisogno. In breve, senza aspettare e pregare, senza chiedere a Dio di preparare i loro cuori per quello che era davanti, e senza fare affidamento sulla potenza dello Spirito Santo diversa dalla propria, il ministero che i discepoli condivisi in sarebbe stato nullo—inutili.

Dio’s tempi, Dio’s leader, è tutto. Quali sono alcuni luoghi nella tua vita in cui si sente Dio ti conduce al “partire”, a “aspettare”, O semplicemente “preparare qualcosa a venire”? Devo ammettere, gran parte della mia vita come un pastore è speso ottenendo grandi idee, e quindi in attesa che Dio mi dicesse dove si inseriscono nella sua linea temporale (se non del tutto). Può essere difficile. Voglio andare, di fare, di essere. Eppure, Dio dice: “no… Non ancora.”

Nella nostra attesa, tutto ciò che’re passare il tempo in attesa che nella nostra vita, stiamo chiedendo a Dio di prepararci—per cambiare i nostri cuori, per modellare e ci forma, di fornire per noi i doni e le capacità di cui ha bisogno—in modo per noi di fare ciò che Egli ci essere chiamata a fare. Chiediamo a Dio di scalpello noi giù, come uno scultore scalpelli un’opera d’arte, in quello che vuole. Siamo attivamente in attesa, permettendo a Dio di modellare noi e formano noi, in modo che quando il tempo è Qui, quando il tempo è a destra, noi saremo pronti.

Hudson Taylor ha detto una volta, “Siamo in grado di fare i nostri migliori piani e cercare di realizzarle nella nostra forza. Oppure possiamo fare piani accurati e chiedere a Dio di benedirli. Ancora un altro modo di lavorare è quello di iniziare con Dio; per chiedere ai suoi piani, e di offrire a Lui per realizzare i suoi scopi .” (W.Wiersbe, “Wycliffe Handbook of Predicazione e Predicatori”)

E quello’s dove passione entra in gioco.

I discepoli avevano un motivo per essere entusiasti—Gesù era stato appena risuscitato dai morti, ed era apparso a loro, predicando e insegnando loro. E ora, si era asceso al cielo, e aveva promesso che presto lo Spirito Santo scenderà su di loro, e consentire loro di essere testimoni fino ai confini della terra. Avevano una storia incredibile da raccontare, e che stavano per raccontarla! Non potevano contenere il loro entusiasmo, e la loro passione.

La storia di mia nipote Arianna accettare Gesù nel suo cuore mi ricorda qualcuno che sa cosa vuol’s piace essere entusiasti di ciò che Dio sta facendo. A quel tempo, la mia nipotina è stata di circa tre anni. Un giorno, mentre sedeva nel suo seggiolino accanto a lei di un anno-vecchio bambino fratello AJ, osservò a sua madre, “Mamma, penso che AJ sta pregando. forse’s dando il suo cuore a Gesù.”

Anna, la madre, rispose distrattamente, “Quella’e Nizza, Ari.” E poi, rendendosi improvvisamente conto dello Spirito Santo che richiede, Anna ha chiesto, “Voluto tu come dare il vostro cuore a Gesù?”

Arianna pensò per un momento, il suo dito mignolo di tre anni, toccando le labbra in profondi pensieri. E poi, come se avesse fermamente truccata la sua mente, ha risposto con una risposta affermativa, “Sì, penso di sì!” Anna fermò la macchina, e lei e Arianna scese, si trovava sul lato della strada, e pregava che Gesù sarebbe venuto in Arianna’s cuore.

Quella notte, Arianna era piena di entusiasmo, e ha insistito che ognuno sapeva (che era di circa 5 persone) essere chiamato in modo che potesse condividere la buona notizia con loro, e li invitiamo anche a dare il loro cuore a Gesù.

La passione è ciò che ci spinge a dare la vita per Cristo e per condividere la sua Buona Novella con gli altri. La passione è ciò che ci spinge a pregare, e per chiedere la benedizione di Dio. La passione è ciò che ci permette di essere paziente mentre Dio sta preparando i nostri cuori per il servizio che Egli vuole che facciamo. Passione.

Hai la passione? Ti fame dopo Dio? Avete sentito il bruciore per la Sua Parola, per il suo leader, per il suo amore e la grazia nella tua vita? Avete tempo per condividere la Buona Novella con gli altri? Dove è la vostra passione?

Si dice che tutti noi abbiamo passione—esso’s o sta per essere diretto verso Dio, o verso qualcos’altro. Per la maggior parte di noi, la nostra passione è tristemente diretto verso le altre cose—persone, lavoro, soldi, vacanze, sport, scuola, è il nome. Cosa sarebbe la nostra vita simile se abbiamo concentrato la nostra passione indietro su Colui che l’ha creata, in primo luogo—Colui che merita—Dio?

Pregare, Preparazione, e avere passione. Come i discepoli pronti i loro cuori per il ministero, per il lavoro che il Signore aveva per loro, queste sono le cose che si sono concentrati su. Questa settimana, vi sfido a trascorrere del tempo in “attesa attiva” e “ascolto attivo”. Vieni al Signore, e cercare il suo cuore. E ‘solo nella preghiera e l’attesa che saremo in grado di condividere nel modo più efficace la nostra passione—Gesù—con questo mondo. Amen.

Ciao a tutti, i miei buoni amici! Che bella giornata è! Il sole splende, l’erba è verde, gli uccelli cinguettano, e io…sono stati rintanato-up in casa mia per tutta la settimana cercando di nutrire me stesso indietro per la salute, come soffro di un brutto caso di mal di gola. La primavera è il momento peggiore per essere malato. Tutto quello che vuoi fare è andare, vai, vai–eppure il vostro corpo vi sta dicendo a rallentare, lento, lento. Mi sento come un bambino piccolo bloccato nella sua stanza con la varicella mentre guarda il resto dei suoi amici godere del mondo’s migliore festa di compleanno–completare con animali da circo in diretta e giostre dei pompieri. Puzza… 🙁

Tutto questo “lento, lento, lento” che io’sono già stati costretti ad arrancare attraverso questa settimana mi ricorda un po ‘di costruzione di strade. Torna in Minnesota, da dove vengo io, abbiamo uno slogan–“Ci sono due stagioni nel Minnesota: inverno, e Lavori stradali”. Adesso io’ve stato qui in Wisconsin abbastanza a lungo da realizzare, esso’s lo stesso qui. Come la neve si è sciolta e la luce del giorno ha allungato fuori in la sera, ho’ve notato coni arancioni brillanti e bandiere “spuntano” dappertutto–come i tulipani e narcisi. io’ll essere percorrendo su una strada che era perfettamente senza restrizioni il giorno prima, solo per scoprire che improvvisamente bloccato-off, partizionato, deviato, e waylayed. Un viaggio che normalmente prendere quindici minuti può improvvisamente trasformarsi in una trentina. esso’s un’esperienza frustrante.

Ma c’è qualcosa–oserei dire–“simpatico” a quei tempi di costruzione della strada. Là’s qualcosa di noi costringe a rallentare, guardare da vicino, di essere prudenti, di prestare attenzione, che è disponibile e anche una benedizione per quelli di noi che vivono vite di frenesia e fretta-ness. Come si rallenta per essere sicuri di don’t ha colpito un operaio di costruzione di strade, si nota quanto sia difficile quegli uomini e donne stanno lavorando là fuori in quel sole o pioggia o vento. Forse tu dici una piccola preghiera per loro come si passa da. Come si deviazione intorno il percorso normale di una strada che si rifugio’t viaggiato in un po ‘, si notano i quartieri e le case che fanno parte di ricordi lontani, e si’ri trasportati indietro per un tempo più semplice e più felice. Come si ferma in una strada a corsia per consentire il traffico avversaria per attraversare da, voi’re in grado di guardare intorno alla bellezza della natura, e crogiolarsi al calore del sole che splende nella vostra auto finestre. E come si intrecciano attraverso le partizioni e marcatori di corsia, si’re in grado di ammirare il processo di sorprendente e difficile di quello che serve per costruire una nuova strada–o per correggere quelle che abbiamo. In verità, tutti i giorni, qualcosa di nuovo sta prendendo forma.

A volte, Dio mette “zone di costruzione” nelle nostre vite. A volte, Dio ci fa rallentare–anche smettere–perché noi’re guida troppo veloce, correre in giro senza guardare, o mettere su “regolazione automatica della velocità” quando dovremmo prestare più attenzione agli impianti di risalita e le curve della strada. Questa settimana, ho’ve stato in un “zona cantiere”. Devo dire, per la maggior parte,’s stata dura. Voglio accelerare in avanti, ma fisicamente, posso’t. Là’s Dio lì, il suo giubbotto arancione su, cono cautela in mano, dicendo: “No. Rallenta. Calmati. Mente la deviazione. Una strada a senso più avanti. pause di velocità comin’ su.” E così ho rallentare. Mi fermo. Prendo un respiro. E mi prendo il tempo per guardarsi intorno e vedere le cose che avrei perso se fossi stato guidando al mio ritmo normale.

E tu sai cosa? Dio fa le cose in quelli “zona cantiere” volte, se lo lasciamo. Lavora su di noi–lisciatura nuova tar sulle nostre crepe, mettendo in nuova pavimentazione, nuovi segnaletica orizzontale. Egli riparazioni e ci rafforza. Ma dobbiamo passare attraverso il processo in modo da avere che questo accada. Dobbiamo “lento, lento, lento”…

Stai attraversando un “zona cantiere” nella vostra vita in questo momento? Dio sta facendo rallentare o addirittura fermare, in modo che egli possa vedere una cosa, dire qualcosa, o fare qualcosa nella tua vita? Forse hai bisogno di riposo, e così Dio vi gifting con quello. Forse avete bisogno di essere cambiato, e così Dio sta lavorando per spostare le macerie nel vostro cuore, affinché Egli possa iniziare a costruire. Forse Dio vuole vedere una cosa, e così Egli’s rallentando tutto il resto giù nella vostra vita in modo che si può vedere ciò che la sua mano è in possesso a voi.

“Il Signore è il mio pastore, non manco di nulla. Egli mi fa riposare in verdeggianti pascoli, mi guida lungo le acque tranquille, egli rinfresca l’anima mia…”–Salmo 23: 1-2

Dio’s facendomi rallentare questa settimana. forse lui’s che vi invita a fare lo stesso. Rallentare, e ascoltare. Sentire quello che’s dicendo a voi, vedere quello che’s che vi mostra. Sentire il Suo amore e la Sua presenza. Spostatevi nella “zona cantiere”.

Benedizioni a voi, miei amici!

Con Kristen Rae Nelson

Sermone per Chiesa Millard Comunità dell’Alleanza, 1 maggio 2016

Mia madre è una governante meticolosa—una caratteristica I’m paura che didn’t ereditare da lei. La nostra casa crescendo era sempre pulito e ordinato, ordinato e pulito. E ancora, ogni volta che vado a casa a visitare, la mamma si scusa profusamente, dicendo: “io’m così dispiaciuto per il pasticcio.” Mentre mi guardo intorno alla casa, cerco di trovare la “pasticcio” che lei’s parlando. C’è un piatto sporco nel lavandino? No. Un cappotto lasciato su una sedia, invece di riattaccato? Certamente no. Un piano non-aspirato? Non nella tua vita. “Che pasticcio?” è sempre la mia risposta.

Lei è sempre stato così. Mia madre è stato insegnato che non eri pronto a ricevere compagnia nella vostra casa fino a quando non era pulitissima. In effetti, è stato in basso a destra maleducata accettare azienda in una casa disordinata. Che fosse il presidente, il pastore, o il maiale Contadino della porta accanto, ognuno è stato trattato con lo stesso livello di rispetto e dignità. E prima che qualcuno di loro ha visitato, la casa è stato dato il “guanto bianco” trattamento di pulizia.

Non c’è “popping” a trovare mia madre. Lei’ll essere meravigliosamente gentile e ospitale, naturalmente. Lei’ll ridere vostra storia divertente e chiedere ai vostri figli, genuinamente altruista circa i loro destini. Ma per tutto il tempo, lei’ll essere mortificato che non ci’s una pila di posta sul tavolo da caffè per tutto il mondo a vedere, o un piatto non lavato nel lavandino, o niente per servire il suo ospite, ma un paio di biscotti un giorno dalla panetteria e un caffè di un’ora fa. devo ammettere—questi tratti I avere ereditato da lei. Anche se quasi tutto il tempo ci sono cose fuori posto a casa mia, anch’io sono mortificata se un ospite è esposto a loro durante la loro visita.

tu’ll capire il mio panico, poi, diversi anni fa, quando si vive in un appartamento in Iowa. E ‘stato un giorno prima di un intervento chirurgico programmato che avevo programmato di andare sul ripristino di conto mio, e mia madre mi ha informato allegramente al telefono che sarebbe venuta giù per allattare mi torna per la salute per il fine settimana—e lei sarebbe rimasto nel mio appartamento con me. Mentre parlavo con lei, mi sono guardato intorno al caos che era il mio soggiorno. Pile di tessuto seduti sul divano alta due piedi. lavori di bricolage—finito e non finito—seduto in mucchi sparsi per la stanza. Una pila di posta è stato accatastato in alto nel centro del piccolo tavolo da pranzo, come un bambino’s Progetto Scuola vulcano. Nel lavandino, perché avevo trovato me stesso sopraffatto e più frequentate del normale, tutti i miei piatti e bicchieri erano sporchi e in attesa di essere puliti. La camera da letto aveva la metà del mio armadio sul mio letto, l’altra metà sul pavimento. e don’nemmeno fatemi per la stanza del mestiere, in cui ho letteralmente potevo’t anche a piedi. Deglutii al pensiero di mia madre che entrano in un tale caos in sole otto ore—sicuramente non abbastanza tempo per pulire in modo adeguato e organizzare per l’azienda.

“um… Mamma?” I esitante balbettò “esso’S veramente disordinato qui. Piace, veramente cattivo.”

“Non un grande affare.” cinguettò, “io’m vostra mamma. io’ho visto la camera prima!”

“O….K….” E con questo, l’accordo è stato impostato. Appena ho riattaccato il telefono, ho Sprung in azione. Ho pulito per quanto ho potuto, di compensazione off spazi, passare l’aspirapolvere, lavare i piatti (e nascondere un po ‘in forno), la pulizia del bagno, cambiare le lenzuola, e portare fuori la spazzatura. Dopo diverse ore filate di pulizia, l’appartamento è passato da un 1 (su una scala di 1-10) per un solido 2. Si dovrebbe fare.

L’intervento è stato difficile, e io ero così felice di avere la mia madre lì con me, come ho recuperato. Come ci siamo seduti sul mio divano nel caos che è stato il mio soggiorno, a guardare Flicks pulcino e di lavoro su artigianato, mi sono scusato per il casino che era tutto intorno a noi. Mia madre mi ha guardato con amore negli occhi e disse: “Kristen, io’m non sono qui per vedere il vostro appartamento. io’sono qui per vedere te. Sapevo già che stava per essere disordinato. Voglio solo passare del tempo con te, perché ti amo. E io ti amo, non importa quanto le cose si fanno disordinato.”

Credo che molti di noi vivono la vita con Dio, come se Egli’s un visitatore che dobbiamo “pulire casa” per. “Oh, sì, Signore,” diciamo a Lui, “Mi piacerebbe averti nel corso del tempo. Ma ho ancora un po ‘di pulizia che ho bisogno di fare prima che le cose sono pronte. Dammi solo un paio di giorni in più.” E poi quei giorni si trasformano in settimane e mesi e anni. E non abbiamo mai invitarlo sopra, perché non abbiamo mai sentiamo “pulito” abbastanza. O diciamo, “Oh Signore, mi piacerebbe averti sopra, ma’s troppo disordinato, e io’m troppo occupato per pulire. Ho semplicemente può’t hanno venite a visitare in questo momento.” E così abbiamo spingerlo via dai nostri cuori, non permettendo l’ingresso Signore.

Come mia madre con i suoi visitatori, ci preoccupiamo di fare in modo che il “casa” del nostro cuore è meticoloso e pulito, ordinato e ordinato, prima che invitiamo il Signore. E quando ci rendiamo conto che non possiamo mai essere perfetto, mai essere “meritevole”, mai essere “abbastanza pulito”, Molti di noi semplicemente rinunciare e mai invitare il Signore di entrare. E noi viviamo la nostra vita nel nostro cuore disordinato, volendo potremmo avere la compagnia del nostro Salvatore—se solo fossimo “pronto” per lui.

esso’s difficile permettendo al Signore di venire nei vostri cuori—soprattutto se il tuo cuore si sente “sporco”, “indegno”, o “disordinato”. lui’così bello, e le cose nei nostri cuori possono essere così brutto. lui’s così piena di grazia, e le cose nei nostri cuori possono essere così odioso. lui’s così pieno di luce, quando i nostri cuori possono essere così pieni di oscurità. Ma una volta che abbiamo aperto la porta del nostro cuore al Signore, Egli inizierà a fare la sua casa con noi, e cominciare a trasformarci da dentro-fuori.

Ho avuto un amico in un college che didn’t capisco confini. Sarebbe venuta in persone’camere s dormitorio e subito si fanno a casa. Prima si sapeva, stava usando il pennello, mangiare i vostri tagliatelle di Ramen, cambiare il canale sul televisore, mettere su una delle tue camicie da indossare fuori, e prendendo in prestito il vostro DVD da guardare per più tardi. Era come se ogni camera ha visitato era la sua “casa”, E sentì immediatamente a suo agio nei suoi dintorni.

Questo è come il nostro Signore è (meno le parti frustranti di qualcuno mangiare il vostro cibo. LOL). E ‘subito a casa nei nostri cuori. Si siede, mette su i suoi piedi, e lo fa sua dimora. E più a lungo risiede lì, più lui’ll spostare i mobili, pulire la spazzatura, e ne fanno un posto bellissimo che riflette il suo amore e la grazia. Ma in primo luogo, abbiamo bisogno di invitare lui a…

E così, Spring Cleaning è qui, i miei amici. Dio è in piedi davanti alla porta, desiderio di cambiare te e ti fanno tutto, il desiderio di spazzare lo sporco, pulire il gunk, e Clorox lo stampo nel vostro cuore. Puoi’t farlo voi stessi—Ti conosci’ve provato. Permettere’s impegnano oggi per aprire la porta e lo invita in, a prendere dimora in noi, per cambiare noi in nuove persone.

“Nel mio cuore, nel mio cuore,

venire nel mio cuore, Signore Gesù.

Vieni a oggi, venire a rimanere.

Vieni nel mio cuore, Signore Gesù.”

Vuoi pregare questa preghiera con me?

Signore, noi ammettere che abbiamo bisogno di te. Confessiamo che noi siamo peccatori, che hanno bisogno di voi, il nostro Salvatore. Si prega di perdonare noi di quei peccati che “sporco up” i nostri cuori e le nostre vite. purificaci, Signore. Vieni nel nostro cuore e nella vita, e ci fanno insieme. Aiutateci a porre la nostra fiducia in Te, e per seguire i nostro Signore e Salvatore. in Gesù’ nome ti preghiamo, Amen.

Related posts

  • Da quanto tempo la Chiesa Conosci contro …

    La Chiesa cattolica romana ha sempre condannato l’aborto – l’assunzione diretta e propositivo della vita del nascituro. La Chiesa insegna, la vita umana è sacra perché dalla sua …

  • Le donne isterectomia s Community Health …

    E ‘una cosa per avere un intervento chirurgico che è inutile, ma ancora peggio quando si tratta di danneggiare in modo permanente. I legamenti, nervi e vasi sanguigni che sono reciso per rimuovere l’utero causano tutta la vita …

  • Come si fa a battezzato cattolico …

    Si prega di verificare il riferimento per assicurarsi che sia corretto. CAPITOLO 12 Il lievito dei farisei. * 1 Nel frattempo, molte persone si affollavano insieme che si calpestavano a vicenda …

  • Come migliorare le tue relazioni …

    Qualsiasi tipo di rapporto, se è tra i membri della famiglia, le persone con cui lavoriamo, amici o clienti che serviamo, prende un sacco di lavoro per mantenere e sviluppare. E molto del cemento che …

  • Prestato Pasqua 2016 – 4 ° settimana …

    Così bisogna che il Figlio dell’uomo sia innalzato, che tutti coloro che credono abbia la vita eterna in Lui. (Giovanni 3: 14,15) La fede ci porta sempre in un viaggio oltre l’ovvio e tangibile. Questo è stato spesso manca …

  • Come fargli amo molto …

    Se ti piace qualcuno che proprio non sembra interessato a te, allora è giunto il momento che hai cambiato che, non credi? Il fatto è che gli uomini sono in realtà abbastanza facile da lavorare fuori e una volta che si …