Gestione del Paziente con Hard-a-Control …

Gestione del Paziente con Hard-a-Control ...

Articolo sezioni

Meno del 25 per cento dei pazienti con ipertensione negli Stati Uniti hanno la loro pressione sanguigna sotto controllo, soprattutto a causa di una terapia inadeguata o inappropriata e non conformità. Circa la metà di questi fallimenti del trattamento sono legati a fattori come il costo e gli effetti avversi dei farmaci, terapie farmacologiche complesse, il fallimento di medici di realizzare appieno i benefici della terapia antipertensiva e la mancanza di educazione del paziente. Altre principali cause di mancanza di risposta alla terapia antipertensiva includono bianco ipertensione da camice, pseudoipertensione, l’obesità, sovraccarico di volume, l’assunzione di alcol in eccesso e l’apnea del sonno, così come i farmaci antiipertensivi inappropriati e combinazioni di farmaci, e le interazioni sfavorevoli con la prescrizione e altre droghe. In molti pazienti, questi fattori devono essere affrontati prima pressione del sangue può essere controllato.

ipertensione non trattata e non controllata è un grave problema di salute negli Stati Uniti. I risultati del terzo National Health and Nutrition Examination Survey (NHANES III, fase 2) 1 condotto 1991-1994, suggeriscono che solo il 53 per cento dei pazienti con ipertensione sono in trattamento con il farmaco di prescrizione, e solo il 27 per cento hanno il loro ipertensione sotto controllo ( definita come pressione sanguigna inferiore a 140/90 mm Hg). Questo era vero, nonostante un alto livello di consapevolezza dei pazienti (69 per cento) della loro condizione. Perché il 24 per cento di tutti gli adulti negli Stati Uniti, o si stima che 43 milioni di americani, hanno l’ipertensione, i risultati del NHANES III suggeriscono che oltre 30 milioni di americani sono ad aumentato rischio di malattie cardiovascolari a causa di ipertensione non controllata. Il rischio è ancora maggiore nella popolazione nera non-suo-panico, dove la prevalenza di ipertensione è stimata essere del 32 per cento.

Le ragioni del fallimento per controllare la pressione del sangue nella maggior parte delle persone con ipertensione sono complesse (Tabella 1) .6 ipertensione resistente vero, definito come l’ipertensione che rimane non controllata (140/90 mm Hg o superiore), nonostante un ottimale regime di due farmaci che ha avuto il tempo sufficiente per lavorare (almeno un mese dall’ultimo farmaco o un aggiustamento del dosaggio) si verifica nel 10 per cento o minor numero di pazienti con ipertensione essenziale e ipertensione secondaria è ancora meno common.7 Le principali cause di ipertensione non controllata sono la terapia inadeguata, non conformità dei pazienti e la terapia inappropriata.

La terapia inadeguata

Vai alla sezione +

Droga e le cause dosaggio-correlati

Una causa frequente di mancato controllo della pressione sanguigna è l’uso di inappropriatamente bassi dosaggi di farmaci antiipertensivi. Questo errore può essere evitato se i medici diventano molta familiarità con uno o due farmaci in ogni classe di farmaci antipertensivi e seguire le raccomandazioni del costruttore per il loro uso. Le dosi devono essere aumentato fino a quando è controllata la pressione sanguigna o al raggiungimento della dose massima raccomandata, a meno che il paziente sperimenta dose-correlati effetti negativi. È quindi opportuno aggiungere un farmaco da un’altra classe che ha effetti additivi o sinergici con il primo farmaco. A meno che il paziente ha sintomi correlati all’ipertensione accelerato, l’intervallo tra un aggiustamento della dose dovrebbe essere di quattro settimane o più. Questo periodo di tempo è necessario per qualsiasi dosaggio del farmaco antiipertensivo per raggiungere il suo pieno beneficio terapeutico.

Vantaggi di a dosi fisse di terapia nei pazienti con ipertensione

Convenienza sia per il paziente e medico

Migliorata la conformità e il processo di titolazione semplificato

Il costo è a volte inferiore a quella dei singoli componenti

Potenziamento degli effetti antipertensivi

Effetto additivo o sinergico

effetto rafforzata in popolazioni specifiche (ad esempio, combinazione di diuretici con ACE inibitori o beta-bloccanti nei pazienti di razza nera)

Riduzione degli eventi avversi con minori esigenze di dosaggio dei singoli componenti

Attenuazione degli effetti negativi

ACE-inibitori ottundimento disordini metabolici indotta da diuretici

Miglioramento effetto antipertensivo generale se il rapporto dei componenti è superiore a quanto disponibile in assenza di una combinazione a dose fissa

ACE inibitori dell’enzima di conversione = enyzme.

Vantaggi di a dosi fisse di terapia nei pazienti con ipertensione

Gli autori

SUZANNE Oparil, M.D. è professore di medicina e direttore del Biologia Vascolare e programma ipertensione e la Divisione di malattie cardiovascolari presso la University of Alabama School of Medicine, Birmingham. Ha ricevuto una laurea in medicina presso la Columbia University College of Physicians e Surgeons, New York City. Dr. Oparil completato uno stage ed è stato un assistente residente in medicina a Presbyterian Hospital, New York, ed è stato un assistente senior residente in medicina presso il Massachusetts General Hospital di Boston.

David A. Calhoun, M.D. è assistente professore di medicina presso la University of Alabama School of Medicine. Ha conseguito una laurea in medicina presso l’Università della Virginia School of Medicine, Charlottesville, e ha completato uno stage e residenza in medicina presso la University of Alabama School of Medicine.

Indirizzo corrispondenza con Suzanne Oparil, M.D. 1034 Zeigler Research Bldg. 703 South 19th St. Birmingham, AL 35.294-0007; e-mail: soparil@uab.edu. Ristampe Non sono disponibili presso gli autori.

RIFERIMENTI

26. Taguchi JT, Suwangool P. tubo-stelo arterie brachiale. Una causa di pseudoipertensione. JAMA. 1974; 228: 733.

Questo articolo è uno di una serie sviluppata in collaborazione con l’American Heart Association. Guest Editor della serie è Rodman D. Starke, M.D. Senior Vice President della Scienza e della Medicina, American Heart Association, Dallas.

Questa pagina verrà rimosso dai tuoi preferiti Link. Sei sicuro?

Related posts

  • Kidney guida paziente – Specific …

    farmaci specifici possono essere utilizzati per cercare di smorzare giù l’infiammazione, in particolare steroidi e farmaci come azatioprina, ciclosporina A e ciclofosfamide. Nefropatia diabetica danni renali …

  • Gestione prescrizioni, cosa …

    Il medico può stabilire che è necessario prescrizione di farmaci in aggiunta ai cambiamenti dello stile di vita per controllare la pressione sanguigna alta. Non è possibile fare un one-size-fits-all regola su …

  • Gestione HPV una nuova era nel paziente …

    Quando un paziente consulenza sui test del DNA di HPV, assicurarsi che lei capisca questi punti prima di lasciare il vostro ufficio o clinica: test rileva anche se non si dispone di una infezione in corso con …

  • Gestione cefalea cronica quotidiana …

    Caso 1: A 14-year-old girl arriva al vostro ufficio lamentando di avere un mal di testa ogni giorno per gli ultimi 3 mesi. La madre è molto preoccupata perché la ragazza ha perso le ultime 4 settimane di …

  • Gestione anemia in Cancer …

    Michael S. Gordon Arizona Health Sciences Center, University of Arizona, Phoenix, Arizona, USA Michael S. Gordon, M.D. Ufficio di Ricerca, in Arizona Health Sciences Center, University of Arizona, …

  • LASIK Soddisfazione – Soddisfazione del paziente …

    Lee T. Nordan, MD: Felice di solito significa che il paziente s funzione visiva è più povera di quanto desiderato, ma isn t lamentarsi oggi. Paziente considera inizialmente LASIK un miracolo, ma in seguito si sviluppa …