Come aiutare la dermatite, come aiutare la dermatite.

Come aiutare la dermatite, come aiutare la dermatite.

Schizofrenia

Definizione

La prevalenza della schizofrenia è pensato per essere circa 1% della popolazione in tutto il mondo; è quindi più comune di diabete, morbo di Alzheimer o la sclerosi multipla. Negli Stati Uniti e in Canada, i pazienti con schizofrenia si riempiono circa il 25% di tutti i posti letto negli ospedali. La malattia è considerata come una delle prime dieci cause di disabilità a lungo termine in tutto il mondo.

Descrizione

Il decorso della schizofrenia negli adulti può essere suddiviso in tre fasi o stadi. Nella fase acuta, il paziente ha una perdita evidente di contatto con la realtà (episodio psicotico) che richiede l’intervento e trattamento. Nella seconda o la stabilizzazione di fase, i sintomi psicotici iniziali sono stati messi sotto controllo, ma il paziente è a rischio di recidiva, se si interrompe il trattamento. Nella terza o manutenzione di fase, il paziente è relativamente stabile e può essere conservato indefinitamente sui farmaci antipsicotici. Anche nella fase di mantenimento, tuttavia, le recidive non sono insoliti e pazienti non sempre tornare al pieno funzionamento.

Recentemente, alcuni psicoterapeuti hanno iniziato ad utilizzare una classificazione della schizofrenia basato su due tipi principali. Le persone con tipo I, o la schizofrenia positivo, hanno una rapida insorgenza (acuta) dei sintomi e tendono a rispondere bene ai farmaci. Inoltre tendono a soffrire di più dai sintomi positivi, come deliri e allucinazioni. Le persone con di tipo II, o la schizofrenia negativo, di solito sono descritti come mal regolati prima della loro schizofrenia li sorpassa lentamente. Essi hanno sintomi prevalentemente negativi, come il ritiro da parte degli altri e un rallentamento delle reazioni fisiche e mentali (ritardo psicomotorio).

Ci sono cinque sottotipi di schizofrenia:

Paranoico

disorganizzato

catatonic

Indifferenziato

I pazienti in questa categoria hanno la caratteristica sintomi positivi e negativi della schizofrenia, ma non soddisfano i criteri specifici per i sottotipi paranoici, disorganizzato, o catatonico.

Residuo

Questa categoria viene utilizzata per i pazienti che hanno avuto almeno un episodio schizofrenico acuto, ma attualmente non hanno forti sintomi psicotici positivi, come deliri e allucinazioni. Essi possono avere sintomi negativi, come ad esempio il ritiro da parte degli altri, o forme lievi di sintomi positivi, che indicano che la malattia non si è completamente risolto.

Il rischio di schizofrenia tra parenti biologici di primo grado è dieci volte superiore a quella osservata nella popolazione generale. Inoltre, la presenza dello stesso disturbo è maggiore nei gemelli monozigoti (gemelli identici) che nei gemelli dizigoti (gemelli non identici). La ricerca riguardante gli studi di adozione e gemelli identici sostiene anche l’idea che i fattori ambientali sono importanti, perché non tutti i parenti che hanno la malattia lo esprimono. Ci sono diversi cromosomi e loci (aree specifiche sui cromosomi che contengono geni mutati), che sono stati identificati. La ricerca è attivamente in corso per chiarire le cause, i tipi e le variazioni di queste mutazioni.

La maggior parte dei pazienti sono diagnosticati nella tarda adolescenza o vent’anni, ma i sintomi della schizofrenia possono emergere a qualsiasi età nel ciclo di vita. La proporzione uomini / donne negli adulti è di circa 1,2: 1. I pazienti maschi in genere hanno il loro primo episodio acuto poco più che ventenni, mentre i pazienti di sesso femminile sono di solito più vicino a 30 anni quando sono riconosciuti con i sintomi attivi.

La schizofrenia è raramente diagnosticata nei bambini preadolescenti, anche se i pazienti di età inferiore ai cinque o sei sono stati segnalati. schizofrenia infantile è all’estremità superiore dello spettro di gravità e mostra una maggiore disparità di genere. Essa colpisce uno o due bambini in ogni 10.000; il rapporto maschi / femmine è di 2: 1.

Cause e sintomi

Le teorie della causalità

Prima di recenti scoperte di anomalie nella struttura del cervello dei pazienti schizofrenici, diverse generazioni di psicoterapeuti avanzato una serie di teorie psicoanalitiche e sociologiche sulle origini della schizofrenia. Queste teorie andavano da ipotesi sui problemi pazienti con ansia o di aggressione a teorie su reazioni di stress o interazioni con i genitori disturbati. I fattori psicosociali sono ora pensato di influenzare l’espressione o la gravità di schizofrenia, piuttosto che causare direttamente.

A partire dal 2004, la migrazione è un fattore sociale che è noto per influenzare i popoli predisposizione alla psicosi. Gli psichiatri in Europa hanno notato il crescente tasso di schizofrenia e altri disturbi psicotici tra gli immigrati a quasi tutti i paesi dell’Europa occidentale. immigrati neri provenienti dall’Africa o nei Caraibi sembrano essere particolarmente vulnerabili. Le sollecitazioni coinvolte nella migrazione includono disgregazione della famiglia, la necessità di adeguare a vivere nelle grandi aree urbane, e le disuguaglianze sociali nel nuovo paese.

I sintomi della schizofrenia

I pazienti con una possibile diagnosi di schizofrenia sono valutati sulla base di un insieme o costellazione di sintomi; non esiste un unico sintomo che è unico per la schizofrenia. Nel 1959, lo psichiatra tedesco Kurt Schneider ha proposto un elenco dei cosiddetti sintomi di primo rango, che egli considerava come diagnostica del disturbo.

Questi sintomi includono:

  • deliri
  • somatico
  • allucinazioni
  • sentire voci che commentano sul comportamento dei pazienti
  • pensato inserimento o la revoca pensiero

allucinazioni somatiche si riferiscono a sensazioni o percezioni in materia di organi del corpo che non hanno una causa medica conosciuta o la ragione, come l’idea che quelli del cervello è radioattivo. Pensiero inserimento e / o il ritiro si riferiscono ai deliri che una forza esterna (ad esempio, l’FBI, la CIA, marziani, etc.) ha il potere di mettere i pensieri in quelli mente o rimuoverli.

Sintomi negativi. Schizofrenia comprende tre cosiddetti sintomi negativi. Essi sono chiamati negativo perché rappresentano la mancanza o l’assenza di comportamenti. I sintomi negativi che sono considerati diagnosi di schizofrenia sono la mancanza di risposta emotiva (appiattimento affettivo), la povertà di parola, e l’assenza di volontà o volontà. In generale, i sintomi negativi sono più difficile per i medici di valutare che i sintomi positivi.

Diagnosi

Un medico deve effettuare una diagnosi di schizofrenia sulla base di un elenco standard di sintomi esteriormente osservabili, non sulla base dei processi psicologici interni. Non ci sono test di laboratorio specifici che possono essere utilizzati per diagnosticare la schizofrenia. I ricercatori hanno, però, ha scoperto che i pazienti con schizofrenia hanno alcune anomalie nella struttura e funzionamento del cervello rispetto ai soggetti normali di prova. Queste scoperte sono state fatte con l’ausilio di tecniche di imaging come la tomografia computerizzata (TAC).

Dopo aver escluso disturbi organici, il medico prenderà in considerazione altre condizioni psichiatriche che possono includere sintomi psicotici o sintomi simili a psicosi. Questi disturbi comprendono disturbi dell’umore con caratteristiche psicotiche; disturbo delirante; disturbo dissociativo non altrimenti specificati (DDNOS) o disturbo di personalità multipla; schizotipico, schizoide, o disturbi di personalità paranoide; e disturbi reattivi atipici. In passato, molti individui sono stati erroneamente diagnosticati come schizofrenici. Alcuni pazienti che sono stati diagnosticati prima dei cambiamenti di categorizzazione devono avere la loro diagnosi e il trattamento, rivalutati. Nei bambini, il medico deve distinguere tra i sintomi psicotici e una vita di fantasia vivace, e anche identificare i problemi di apprendimento o disturbi. Dopo altre condizioni sono state escluse, il paziente deve soddisfare una serie di criteri specificati:

  • il paziente deve avere due (o più) dei seguenti sintomi durante un periodo di un mese: deliri; allucinazioni; eloquio disorganizzato; comportamento disorganizzato o catatonico; sintomi negativi
  • diminuire nel funzionamento sociale, interpersonale o professionale, compresa la cura di sé
  • il comportamento disturbato deve durare per almeno sei mesi
  • disturbi dell’umore, disturbi abuso di sostanze, condizioni mediche e disturbi dello sviluppo sono state escluse

Trattamento

Un paziente con un primo episodio psicotico dovrebbe essere data una TC o RM (risonanza magnetica) la scansione per escludere la malattia del cervello strutturale.

farmaci antipsicotici

A partire dagli inizi del 2000, gli antipsicotici utilizzati più di frequente si dividono in due classi: gli antagonisti del recettore della dopamina più anziani, o DAS e gli antagonisti della dopamina più recente della serotonina, o SDA. (Antagonisti bloccano l’azione di qualche altra sostanza, per esempio, antagonisti della dopamina contrastare l’azione della dopamina.) L’esatto meccanismo di azione di questi farmaci non sono noti, ma si pensa che abbassano la sensibilità ai pazienti di stimoli sensoriali e così indirettamente migliorare la capacità dei pazienti di interagire con gli altri.

DOPAMINA antagonista del recettore. Gli antagonisti della dopamina comprendono i vecchi farmaci antipsicotici (chiamati anche neurolettici), come l’aloperidolo (Haldol), clorpromazina (Thorazine), e flufenazina (Prolixin). Questi farmaci hanno due principali inconvenienti: spesso è difficile trovare il miglior livello di dosaggio per il singolo paziente, e un livello di dosaggio abbastanza alto per controllare i sintomi psicotici produce spesso effetti collaterali extrapiramidali o EPS. EPSS comprende parkinsonismo, in cui il paziente non può camminare normalmente e di solito si sviluppa una scossa; distonia, o muscolari dolorosi spasmi della testa, la lingua, o al collo; e acatisia, o irrequietezza. Un tipo di EPS a lungo termine è chiamato discinesia tardiva. che dispone di lenti, ritmici, movimenti automatici. Gli schizofrenici con AIDS sono particolarmente vulnerabili in EPS in via di sviluppo.

Psicoterapia

La terapia familiare

Prognosi

Parole chiave

appiattimento affettivo — Una perdita o la mancanza di espressività emotiva. A volte è chiamato smussata o limitato influenzare.

illusione — A, falsa credenza fissa che è resistente alla ragione o smentita di fatto.

dosaggio Depot — Una forma di farmaco che può essere memorizzato nei tessuti corporei pazienti per diversi giorni o settimane, minimizzando così il rischio che il paziente dimenticare dosi giornaliere. Aloperidolo e flufenazina possono essere dati in forma deposito.

Gli antagonisti del recettore della dopamina (DAS) — La vecchia classe di farmaci antipsicotici, chiamato anche neurolettici. Questi essenzialmente bloccare il sito sulle cellule nervose che normalmente ricevono la dopamina chimica del cervello.

distonia — Doloroso crampi muscolari involontarie o spasmi.

sintomi extrapiramidali (EPS) — Un gruppo di effetti collaterali associati con i farmaci antipsicotici. EPS comprendono parkinsonismo, acatisia, distonia e discinesia tardiva.

Allucinazione — Un esperienza sensoriale di qualcosa che non esiste al di fuori della mente. Una persona può sperimentare un’allucinazione in uno qualsiasi dei cinque sensi. allucinazioni uditive sono un sintomo comune di schizofrenia.

neurolettica — Un altro nome per il vecchio tipo di farmaci antipsicotici somministrati ai pazienti schizofrenici.

parkinsonismo — Un insieme di sintomi originariamente associata alla malattia di Parkinson che può verificarsi come effetti collaterali dei farmaci neurolettici. I sintomi includono tremore delle dita o le mani, un passo strascicato, e muscoli stretti o rigidi.

La serotonina dopamina antagonista (SDA) — La seconda generazione di farmaci antipsicotici più recenti, chiamati anche antipsicotici atipici. SDA includono clozapina (Clozaril), risperidone (Risperdal), olanzapina e (Zyprexa).

insalata di parole — Discorso che è così disorganizzata che non ha senso linguistico o grammaticale.

risorse

libri

American Psychiatric Association. Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali. 4a ed. rivisto. Washington, DC American Psychiatric Association, 2000.

Beers, Mark H. MD, e Robert Berkow, MD. redattori. Emergenze psichiatriche. Sezione 15, Capitolo 194 In Il Manuale Merck di Diagnosi e Terapia. Whitehouse Station, NJ: Merck Research Laboratories, 2004.

Beers, Mark H. MD, e Robert Berkow, MD. redattori. Schizofrenia e disturbi correlati. Sezione 15, Capitolo 193 In Il Manuale Merck di Diagnosi e Terapia. Whitehouse Station, NJ: Merck Research Laboratories, 2004.

Wilson, Billie Ann, Margaret T. Shannon, e Carolyn L. Stang. Gli infermieri Guida Drug 2003. Upper Saddle River, NJ: Prentice Hall, 2003.

periodici

DeLeon, A. N. C. Patel, e M. L. Crismon. Aripiprazolo: A Comprehensive Review del suo Farmacologia, l’efficacia clinica e la tollerabilità. Therapeutics clinici 26 (maggio 2004): 649-666.

Frankenburg, Frances R. MD. Schizofrenia. eMedicine 17 giugno 2004. http://www.emedicine.com/med/topic2072.htm .

Meltzer, H. Y. L. Arvanitis, D. Bauer, et al. Controllato con placebo valutazione di quattro nuovi composti per il trattamento del disturbo schizoaffettivo e schizofrenia. American Journal of Psychiatry 161 (giugno 2004): 975-984.

Mueser, K. T. e S. R. McGurk. Schizofrenia. Lancetta 363 (19 giugno 2004): 2063-2072.

Volavka, J. P. Czobor, K. Nolan, et al. Aggressione palese e sintomi psicotici in pazienti con schizofrenia trattati con Clozapina, Olanzapina, Risperidone o Aloperidolo. Journal of Clinical Psychopharmacology 24 (aprile 2004): 225-228.

Yolken, R. Virus e schizofrenia: un focus sulla Herpes Simplex Virus. erpete 11, Supplemento 2 (giugno 2004): 83A-88A.

organizzazioni

American Psychiatric Association. 1400 K Street NW, Washington DC 20005. (888) 357-7924. http://www.psych.org .

Alleanza Nazionale per malati mentali (NAMI). Coloniale Luogo Tre, 2107 Wilson Boulevard Suite 300 Arlington, VA 22201. (703) 524-7600 Helpline: (800) 950-NAMI. http://www.nami.org/ .

Istituto Nazionale di Salute Mentale (NIMH). 6001 esecutivo Boulevard, Camera 8184, MSC 9663, Bethesda, MD 20.892-9663. (301) 443-4513. http://www.nimh.nih.gov .

Gli schizofrenici anonimo. 15920 W. Twelve Mile, Southfield, MI 48076. (248) 477-1983.

Stati Uniti Food and Drug Administration (FDA). 5600 pescatori Lane, Rockville, MD 20.857-0001. (888) INFOFDA. http://www.fda.gov .

Altro

Schizofrenia. Internet Mental Health. http://www.mentalhealth.com/dis/p20-ps01.html .

schizofrenia

Ci sono diverse teorie relative cause della schizofrenia. teorie biologiche includono la genetica, biochimici, e alterazioni strutturali. E ‘generalmente accettato che gli schizofrenici ereditano una vulnerabilità genetica per la malattia, e questo interagisce con i fattori ambientali in rapporto di causalità.

Trattamento. Una serie di misure terapeutiche può essere utilizzato per aiutare il paziente schizofrenico far fronte con la realtà e le esigenze della vita di tutti i giorni. La combinazione di terapie dipenderà dalle esigenze del singolo paziente, età e background familiare, e l’ambiente in cui il paziente deve vivere. Tra i tipi di terapia sono trattamento con uno degli agenti antipsicotici (precedentemente chiamato neurolettici ) E psicoterapia intensiva per pazienti esterni e varie forme di terapia di gruppo e terapia ambientale per i pazienti ospedalizzati.

la schizofrenia pseudopsychopathic un termine applicato a pazienti in cui tendenze antisociali, impulsive o sociopatici inizialmente maschera tendenze psicotiche sottostanti tipici della schizofrenia. Si è spesso considerato più di un disturbo della personalità; vedi disturbo di personalità schizotipico.

schizofrenia

(Skiz’-fr’n-, parodia-s-), [MIM ​​* 181500] Anche se z in questa parola è correttamente data la sua solita pronuncia inglese, la pronuncia germanica (skits-) è più spesso sentito negli Stati Uniti

[Schizo- + G. phrn, mente]

schizofrenia

schizofrenia

schizofrenia

Etimologia: Gk, schizein, dividere, phren, mente

considerazioni di cura sostegno sociale significativo è necessario per la maggior parte dei pazienti schizofrenici e le loro famiglie. Il supporto include psicoterapia di sostegno, formazione di competenze psico-sociale, riabilitazione professionale, terapia occupazionale per le attività della vita quotidiana, e servizi di supporto della comunità per promuovere la cura di sé. programmi specializzati e, ambienti di vita sotto la supervisione strutturati sono necessari per i pazienti con doppia diagnosi (schizofrenia e abuso di sostanze). Le famiglie possono beneficiare di terapia familiare e assistenza di sollievo. Individuale e educazione familiare sono necessari per il processo di malattia, compresa l’identificazione psicosi, sintomi di ricaduta e gli effetti del farmaco e gli effetti collaterali. L’importanza del rispetto delle prescrizioni terapeutiche a lungo termine è sottolineato. L’istruzione è necessaria in strategie di coping per aumentare il funzionamento quotidiano. Informazioni e segnalazioni ai sistemi di supporto della comunità possono aiutare individuale e familiare di coping (ad esempio, Alleanza Nazionale per malati mentali).

schizofrenia

1. ↓ allucinazioni e deliri, e di altri disturbi del pensiero e migliorare Sx di recesso e l’apatia.

2. Sx controllo attraverso la terapia di mantenimento, e.

3. Come profilassi a lungo termine, neurolettici includono aloperidolo e la clozapina Vedi la schizofrenia culturale, la schizofrenia disorganizzata, Fuga, personalità multipla, la schizofrenia paranoide. disturbo di personalità schizoide Cf.

Schizofrenia -criteri diagnostici 1

Una caratteristica Sx. 2 o più 2 di seguito, per una parte significativa del 1+ mesi

Related posts

  • Come fa CBT aiutare la depressione, ciò che aiuta con la depressione.

    A proposito di Terapia e impari circa il perché e come di di psicoterapia e compiti a casa che modo terapia cognitivo-comportamentale (CBT) aiutare la depressione? CBT è stato sviluppato negli anni sessanta come un nuovo …

  • Come aiutare qualcuno a superare un …

    L’eroina è una droga illegale dalla famiglia degli oppiacei che è estremamente coinvolgente. Perché le persone a sviluppare rapidamente una tolleranza per l’eroina, è facile da overdose, che può avere conseguenze fatali ….

  • Come trattare la dermatite Sulle Mani …

    Ci sono sostanze chimiche che possono scatenare una tale condizione, che è il motivo per cui coloro i cui lavori comportano il contatto quotidiano con tali sostanze chimiche sono quelli che sono inclini ad esso. Esempi di cui sono …

  • Marijuana Addiction Guida, dipendente da marijuana.

    La marijuana continua ad essere la droga più ampiamente abusato illecito. La maggiore legalità a livello statale di marijuana può essere promuovere la percezione di minori rischi e dei benefici più elevati tra il liceo …

  • Nuova patch pelle potrebbe aiutare a controllare …

    il trattamento della pressione sanguigna Breakthrough già utilizzato in Giappone patch mantenere BP patch stabili contengono quattro o otto milligrammi di drug.Trials hanno dimostrato che aiutano a mantenere il sangue …

  • I sintomi Lupus Panoramica, dermatite lupus.

    Lupus può colpire diverse parti del corpo, in modo che la malattia ha molti segni e sintomi. sintomi Lupus tendono a presentarsi secondo il sistema corporeo interessato. Questi sintomi …